Jérôme Boateng, ex centrale del Bayern Monaco, è sulla lista degli svincolati dopo l’ultima esperienza vissuta al Lione: chiama la Serie A

L’ultima esperienza in terra transalpina, con la maglia del Lione sulle spalle, non si è certamente rivelata una delle più esaltanti in carriera, complici le trentadue presenze in due stagioni. Da giugno, poi, la decisione dello stesso club francese di non rinnovargli il contratto in scadenza, il che costringe il centrale tedesco a far parte della lista dei calciatori svincolati in attesa di sistemazione. Il Curriculum di Jèrôme Boateng, tuttavia, parla per sé e la voglia di misurarsi ancora a grandi livelli, malgrado la carta d’identità indichi trentacinque primavere, è ancora tanta.

In attesa di una nuova gratificante avventura, con il centrale che potrebbe offrire esperienza internazionale, frutto del conseguimento di due Champions League, altrettante SuperCoppe Europee e Mondiali per Club, nonché un Mondiale con la Nazionale tedesca e ben nove Bundesliga, Boateng ha espresso al quotidiano teutonico Kicker la propria preferenza per il futuro. “Sto aspettando una chiamata e mi auguro di poter tornare a giocare a partire da gennaio. Valuterei più che positivamente esperienze in Serie A e Spagna”, ha dichiarato il centrale tedesco.

Nei giorni scorsi, si era parlato di un interessamento del Milan, specie dopo l’emergenza scoppiata nel reparto difensivo a causa dell’infortunio occorso a Malick Thiaw. Le ultime indiscrezioni provenienti da Milanello, tuttavia, indicano la mancata volontà della dirigenza rossonera di attingere dal mercato degli svincolati e attendere l’avvio della sessione invernale per completare il pacchetto difensivo, con il polacco Kiwior quale obiettivo primario. Il solo Boateng a vestire la maglia rossonera, dunque, dovrebbe esser stato Kevin-Prince, fratello proprio di Jèrôme, centrale svincolato in cerca di nuove avventure.

Oltre all’articolo: “Boateng chiama l’Italia: “Pronto per misurarmi con la Serie A”, leggi anche:

  1. Jeremy Doku la nuova stella di Manchester
  2. Bologna, cercasi sostituto di Zirkzee
Articolo precedenteMilan-Frosinone 3-1: un buon brodino per un Diavolo ancora malato
Articolo successivoTaremi, Conceicao pone il veto sulla partenza: “Importante per noi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui