Xavi: il tecnico del Barcellona ha parlato in conferenza stampa alla vigilia del match del Campo Nou contro il Villareal

Xavi Hernandez, tecnico del Barcellona ed ex grande centrocampista in grado di entrare a piedi pari nella storia del club catalano, intervenuto in conferenza stampa alla vigilia del match di Liga contro il Villareal, ha ribadito l’importanza di coniugare risultati alla permanenza sulla panchina di un club così blasonato come quello blaugrana.

Il mancato conseguimento di titoli per la seconda stagione consecutiva, in relazione ad un mercato faraonico condotto dalla società in estate per riportare il club ai livelli più consoni in tutte le competizioni, a detta dello stesso tecnico spagnolo, potrebbe rappresentare la definitiva caduta di un progetto tecnico a prescindere che sia sostenuto da una bandiera come lui.

Xavi: “Sono al Barcellona: senza titoli arriverà un altro al mio posto”

Dopo la fragorosa caduta nel Classico di Spagna al cospetto del Pallone d’Oro, Karim Benzema, il Barcellona è chiamato alla vittoria nel match in programma stasera per evitare di perdere ulteriore terreno in classifica, con i rivali di sempre del Real distanti sei punti. L’aggravante del misero punto conquistato nel doppio cruciale impegno di Champions contro l’Inter di Inzaghi, ha messo i catalani spalle al muro anche in ottica qualificazione agli ottavi della competizione. Incalzato sull’andamento della squadra, Mister Xavi ha così replicato:

Sono consapevole del difficile momento vissuto dalla squadra. Siamo potenzialmente a tre punti dal primo posto e l’unico obiettivo del club è quello di conseguire dei titoli. Se questo non accadrà, una squadra come il Barcellona opterà per il cambio di guida tecnica: è la conseguenza più logica per un club così importante. Tuttavia, nessuno mi ha ancora detto nulla, non posso far altro che continuare a lavorare e sperare che la squadra possa rialzarsi: abbiamo creato un team per vincere e l’intenzione è esattamente quella. Cerco sempre di pensare positivo nonostante tutte le critiche che sono state mosse”. 

Articolo precedenteAllegri: “Chiesa e Pogba hanno fatto passi avanti. Per domani…”
Articolo successivoSassuolo, Traorè: “In estate potevo partire ma sono qui e sto bene”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui