WOLVERHAMPTON CUTRONE – Intervistato da “La Gazzetta dello Sport“, Patrick Cutrone parla di questo suo primissimo periodo al Wolverhampton, squadra di Premier League che giovedì sera sfiderà il Torino nel play-off per accedere alla fase a gironi di Europa League.

Queste le dichiarazioni dell’attaccante: “Sono stato accolto benissimo. Mi sono già sistemato, non mi piaceva vivere in albergo. Ho trovato una casa in cui in questi giorni ospito il mio migliore amico, Andrea. La doppia sfida col Torino? Sarà dura. Il Toro è forte. Ci sono diverse affinità tra noi e loro: tifoserie passionali, carattere, orgoglio, senso di appartenenza“.

WOLVERHAMPTON CUTRONE – Prosegue: “Quassù c’è un’etica del lavoro incredibile. L’impegno riguarda tutti e a tutti i livelli. La professionalità è fuori discussione, poi c’è il resto: la bellezza degli stadi, l’entusiasmo dei tifosi, la storia, il ritmo serrato delle partite, avversari di livello mondiale“.

Infine: “Ogni esperienza migliora gli esseri umani, ma non tutte le esperienze sono uguali. Avere la chance di giocare in Premier e non sfruttarla a dovere, sarebbe un errore imperdonabile. Come ho detto presentandomi ai tifosi, darò il meglio di me stesso per dimostrare che posso reggere con dignità questo palcoscenico. Il contesto è ottimo. L’allenatore è molto preparato. La squadra ha voglia di fare bene. E io voglio superare a pieni voti quest’esame“.

Articolo precedenteMercato Milan, prende quota l’ipotesi Jovic. E Correa…
Articolo successivoOunas Napoli ai saluti: verso il prestito in Francia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui