[df-subtitle]Machis in grande forma, segna contro la Colombia, intanto a Udine si cerca di recuperare Troost-Ekong e Barak in vista del match di domenica contro il Torino[/df-subtitle]Mentre si stanno per concludere gli impegni delle varie nazionali in giro per il mondo, a Udine si riprendono gli allenamenti in vista della sfida importantissima di domenica pomeriggio allo stadio Friuli contro il Torino di Mazzarri.
Squadra ben rodata quella granata che si affida ad un 11 collaudato che negli anni ha sempre migliorato inserendo tasselli di qualità e che ogni anno punta a inserirsi nella lotta per l’Europa League. Secondo Camillo Forte di Tuttosport, la squadra di Mazzarri potrebbe anche pensare di giocare con un 343, ma dato che gli impegni delle nazionali hanno portato via alcuni uomini fondamentali (su tutti 2/3 di quel possibile attacco, Belotti e Zaza, il terzo è Iago Falque), difficile vedere a Udine una squadra differente da quel 352, che è da sempre dogma del tecnico livornese.

Dall’altra parte l’Udinese sarà di fronte a un’altra sfida fondamentale per capire il livello di crescita e di maturità acquisita in questi primi mesi con Velazquez alla guida, anche se sicuramente le assenze per impegni delle nazionali (i tre Under 21 Scuffet, Pezzella, Mandragora, Larsen, Wague, Opoku, Machis, quest’ultimo in grande forma anche con la nazionale Vinotinto: suo il gol del momentaneo vantaggio contro la Colombia ) e qualche problema fisico che ha colpito diversi giocatori (l’ultimo Troost- Ekong, ancora da valutare per domenica, oltre a Barak e Balic in recupero), non ha permesso al mister spagnolo di lavorare con la squadra al completo. Gli allenamenti (e l’amichevole ) di questi giorni però sono serviti per inserire ulteriormente in gruppo giocatori come Teodorzcyk e Pussetto, apparsi tutt’altro che brillanti nei rispettivi scampoli di partita e anche per permettere a Kevin Lasagna di lavorare con serenità, con la speranza domenica pomeriggio di sbloccarsi contro il Toro.

Articolo precedenteNuno Gomes: “Mancini esperto, scelta giusta. Chiesa futuro della Nazionale, Cristante…”
Articolo successivoCriscitiello: ”Anti Juve? Voto ancora Inter, mentre non vedo all’altezza Roma e Napoli”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui