[df-subtitle]Arrivato in estate dall’odiata Juventus, Marko Pjaca si appresta a fare il suo esordio da titolare con la maglia della Fiorentina, nella partita di domenica contro l’Udinese.[/df-subtitle]

L’esterno croato Marko Pjaca, vice campione del mondo con la sua nazionale nella recente edizione del torneo russo, dopo aver subito un grave infortunio che non gli ha permesso di incidere nel poco tempo avuto a disposizione con la Vecchia Signora, riparte da Firenze per far vedere quanto talento ha. Il giocatore prima di passare alla Juventus era seguito da alcuni fra i migliori club europei, la Juventus ci mise le mani sopra per primo, ma non riuscì mai a dargli fiducia al 100%. Lo scorso anno una stagione in agrodolce in Germania in prestito con la maglia dello Schalke 04 per recuperare dall’infortunio giocando il più possibile e poter così strappare anche il pass per il Mondiale, ora a Firenze la sua grande occasione.
La Fiorentina con il suo acquisto e la conferma davanti di Chiesa e Simeone, va a comporre uno dei tridenti più interessanti di tutto il calcio europeo: Chiesa a soli 21 anni è già oramai da considerarsi a tutti gli effetti un titolare della nazionale di Mancini, Simeone cresce anno dopo anno, dopo aver imparato a fare a sportellate con le difese del campionato italiano, sale di colpi anche sotto porta e a stretto giro di posta, potrà sognare lo sbarco in una big europea, affascinato sicuramente dalla possibilità di essere allenato anche da suo padre nell’Atletico. Ma ora a Firenze è tempo di presente, è tempo di pensare alla sfida di domenica contro l’Udinese: Pjaca scalpita per un posto nel tridente, ma Pioli potrebbe confermare l’11 iniziale vittorioso domenica contro il Chievo, con Eysseric davanti nel tridente a supporto del Cholito. Senza dimenticare la possibile convocazione, prima per lui con la maglia viola, di Mirallas, che andrà a giocarsi  eventualmente pure lui una maglia da titolare sugli esterni.

Articolo precedenteRonaldo: no alla nazionale, in testa c’è solo la Juventus
Articolo successivoTorino, Niang verso il Rennes

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui