VERONA UDINESEDall’inviato a Verona

Un Verona vivo, coraggioso, propositivo e dal pressing alto come non si vedeva da tempo quello delle prime giornate di questo campionato affronta l’Udinese reduce da tre sconfitte consecutive dopo la vittoria all’esordio contro il Milan.

Inizio sonnechioso, squadre ben messe in campo e attente a non farsi sorprendere: ritmi lenti, diverse interruzioni e  un  colpo di testa di Barak ed un tiro dello stesso giocatore che comunque non impegna Silvestri. Prima dell’intervallo, occasione per Lasagna che non inquadra la porta da ottima posizione.

Nella ripresa, publico che alza notevolmente il sostegno per incoraggiare l’Hellas che però deve prestare attenzione alle possibili ripartenza friulane, come quella del 53′ con Lasagna impreciso.

Il momento é favorevole per i gialloblú con Amrabat il migliore dei suoi che chiama alla parata bassa Musso. I ragazzi di Juric arrivano sempre prima sulla palla per un secondo tempo molto buono, con personalità e gioco nella metà campo offensiva. Poche reali occasioni, anche se la proposta veneta é apprezzabile: al 75′, gran colpo di testa di Stepinski e miracolo di Musso che salva lo 0-0. A dieci dal termine, quasi vantaggio dei padroni di casa con Verre che arriva a rimorchio, palla fuori di poco.

Nel weekend, il Verona andrà in Sardegna per affrontare il Cagliari, mentre l’Udinese ospiterà il Bologna.

 

[df-subtitle]Tabellino[/df-subtitle]

Hellas Verona: Silvestri; Rrahmani, Dawidowicz, Gunter; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic (84′ Vitale); Zaccagni (60′ Verre), Pessina, Di Carmine

Allenatore:Ivan Juric

Udinese: Musso; Becao, Troost – Ekong, Samir; Stryger Larsen, Jajalo, Mandragora, Fofana, Sema (77′ Opoku), Barak (70′ Walace), Lasagna (64′ Okaka)

Allenatore: Igor Tudor

 

Ammoniti: Larsen, Jajalo

Arbitro: Daniele Chiffi di Padova

 

 

LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

Milan, Paqueta si infortuna e salta il Torino. Giampaolo inizia a traballare: c’è Spalletti?

Napoli, Ancelotti: “Scudetto? Ci proviamo. Volevamo Icardi”

Fiorentina la vittoria è un tabù: ora Montella rischia

Serie A: una poltrona per… tre?

Esclusiva EC, Club Napoli Cagliari ” Non c’è mare che ci separi “

ESCLUSIVA – Agliardi: “Padova tosto e gagliardo, e quel 3-0 a Trieste…”

Preziosi – Andreazzoli, il patron rossoblù arrabbiato per il ko con il suo tecnico

Bundesliga, primo gol di Andre Silva con l’Eintracht Francoforte

Napoli, Llorente è già decisivo: Ancelotti ha trovato il suo bomber

PSG, Icardi: “Ho lasciato l’Inter per giocare in una squadra vincente”

Lecce – Napoli, intervista Ancelotti :”Bene Llorente e Milik insieme”

Bologna – Roma, così allo stadio Dall’Ara

Fiorentina, Ribery: “La cicatrice? Non ho mai pianto, ma…”

Mercato svincolati, la Juve Stabia pensa a Sorrentino

Articolo precedenteUdinese: il ballo dei tre punti
Articolo successivoVerso Inter – Lazio, Conte: “Derby acqua passata. Io qui a lungo? Lo spero”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui