Dall’inviato a Verona – Dopo la gara casalinga dello scorso turno con la Fiorentina, ancora politica di buoni prezzi per la sfida contro il Torino e ambiente straordinario al Bentegodi per l’Hellas Verona che insieme al suo pubblico vuole ottenere la salvezza: con tre punti, sarebbe aritmetica esattamente nella giornata quando 39 anni fa si festeggiava lo Scudetto gialloblù.

Tifosi del Torino che contestano il presidente Cairo e i giocatori in una partita controllata dal Verona ma senza occasioni da gol: Noslin di testa al 25′ è la prima, poi Zapata anche lui di testa con palla alta. Si passa alla ripresa dove arrivano subito gli applausi per Noslin che con il suo solito movimento e tiro impegna Milinkovic-Savic.  Al 66′, Dani Silva veloce sulla sinistra, palla in mezzo e Swiderski appena entrato realizza l’1-0 in uno stadio dai decibel altissimi. Veneti che spingono ancora: dalla distanza,  Suslov impegna il portiere ma al 77′ arriva il pari del cipriota Savva, anche lui entrato da poco ed esordiente in prima squadra. I granata pericolosi nelle successive due occasioni e in una di queste, bravo Montipò e poi a sette minuti dal termine, un altro cambio, Pellegri ribalta con il suo tiro defilato, doppio palo e rete dell’1-2. Sforzi finali del Verona  che in area di rigore sfiora il gol in mischia e uno annullato realizzato di testa da Henry, espulso per proteste dopo il triplice fischio.

Nella parte bassa della classifica, tutto invariato con le sconfitte di Cagliari, Empoli e Sassuolo, in attesa del risultato dell’Udinese a Lecce.

Nel prossimo turno, Hellas che giocherà di lunedì sul campo della Salernitana mentre il Torino ospiterà il Milan.

HELLAS VERONA: Montipò; Centonze, Magnani (62′ Dani Silva), Coppola, Cabal (80′ Vinagre); Dawidowicz, Duda; Lazovic (62′ Suslov), Serdar (86′ Henry), Noslin; Bonazzoli (62′ Swiderski)

Allenatore: Marco Baroni

TORINO: Milinkovic-Savic; Masina (76′ Dellavalle), Lovato, R.Rodriguez (54′ V. Lazaro); Bellanova (68′ Savva), Tameze, Ricci, Ilic, Vojvoda (54′ Linetty); Zapata (54′ Pellegri), Sanabria

Ammoniti: Noslin, Magnani, Suslov, Linetty, Pellegri

Arbitro: Livio Marinelli di Tivoli

OLTRE A “VERONA-TORINO…“, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

    1. Milan-Cagliari 5-1: Bennacer-Pulisic, accorcia Nandez e poi goleada rossonera
    2. Liga, Real Madrid campione 2023/24: ottenuta l’aritmetica, testa alla Champions
    3. Verona-Fiorentina 2-1: apre Lazovic, risponde Castrovilli ma ci pensa Noslin
    4. Bologna, Motta: “Scritto la storia, nessuna pressione e ossessione, proveremo per la Champions”
    5. Roma-Leverkusen, De Rossi: “E’ l’anno loro, ne usciamo tutti insieme”
    6. Marsiglia-Atalanta, Gasperini: “Risultato importante ma a Bergamo…”
    7. Inter, Bastoni: “Sento di ripagare questo affetto, ancora fame. Inzaghi, Sommer, Thuram…”
    8. Parma promosso in Serie A: Pecchia può festeggiare
    9. Marotta: “Evoluzione, non rivoluzione e nessuna ansia da scadenze”
    10. Aston Villa-Emery allineati e ancora insieme: niente Milan
    11. Liga, 32esima: Clásico al Real che attende solo l’aritmetica, storico Girona in Europa
    12. Bundesliga, Bayer Leverkusen campione: rotta l’egemonia Bayern
    13. Liverpool-Atalanta 0-3, Gasperini: “Molto felici”. Scamacca: “Notte fantastica ma non basta”
    14. Liverpool-Atalanta, Klopp: “Gasperini ha idee che mi piacciono, sa come organizzare una squadra”
    15. Fiorentina-Atalanta, Gasperini: “Coppa Italia più fattibile ma non indispensabile per certificare il lavoro”
    16. Spareggi Euro 2024, ecco le ultime partecipanti: Georgia, Polonia e Ucraina
    17. Barcellona, Xavi: “Lavoro non apprezzato nel quotidiano”. Al successore: “Divertiti, impossibile”
    18. Panchina d’oro, Spalletti: “Evoluzione continua, spero possano vincerla anche tanti altri bravi”
    19. Liverpool, intervista Klopp: “Amo tutto qui e non allenerò altro club inglese, mi fermo almeno un anno. Vorrei…”
    20. Morte Gigi Riva: lutto per la Sardegna e per il calcio italiano
    21. Cagliari, Luvumbo dev’essere una risorsa e non  una soluzione
    22. Nizza, Farioli si racconta ad Euro Show
Articolo precedenteClassifica Serie A, al Napoli resta solo la Conference League
Articolo successivoDalla Germania: anche l’Inter sulle tracce di Sugawara

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui