VERONA SETTI-SOGLIANO-MARROCCU

Conferenza stampa della dirigenza Hellas Verona con il presidente Maurizio Setti, il direttore sportivo Sean Sogliano e il responsabile area tecnica, Francesco Marroccu.

SETTI

Sono affianco a due uomini veri, siamo arrivati ad un grandissimo risultato che continua a piacermi sempre di più e ha fatto capire cosa vuol dire non mollare mai. Credo sia sempre stato il Verona di Setti, i numeri dicono che non sono solo i soldi ciò che conta e la storia dice che la sofferenza c’è sempre stata. Questa piazza mi piace talmente tanto che ho deciso di prendere casa, vivere più la città ed entrare nel meccanismo; siamo mossi dalla passione, rimarrei per quarant’anni e al momento non c’è nessun fondo, trattativa. Abbiamo fatto anni belli ma questo è un club per la condizione vedrà giocatori di passaggio, la nostra bravura sarà mettere un giocatore valido mentre uno se ne va. Assurdo dire che preferisco la Serie B per un paracadute. Ho un sogno, il centro sportivo. L’annata difficile parte da lontano, da degli errori, da visioni errate e scelte, delle sfighe. La città ha grande potenzialità e merita molto di più, anche con introiti minori rispetto ad altre piazze. Con Sogliano non abbiamo mai litigato, ci siamo lasciati per troppa paura soprattutto da parte mia e il contratto era in scadenza. Quando ti cominci a imborghesire, rischi invece dobbiamo fare un calcio di provincia, di sacrificio, quasi portandoci le scarpette da casa e nella vita c’è sempre uno più ricco di te e bravo di te, credo che abbiamo fatto il nostro massimo nella totalità di questo percorso“.

SOGLIANO

Il motivo principale della conferenza è un saluto a Francesco Marroccu, siamo felici di aver ottenuto questo risultato che sembrava insperato anche se ci abbiamo sempre creduto. Le parole non sono di circostanza, abbiamo ottenuto questo risultato per merito di tutti, ci siamo aiutati l’uno con l’altro; lo ringrazio e spero arrivino altre soddisfazioni per lui. Facciamo fatica a staccare, come è giusto che sia faremo già delle valutazioni; penso che il lavoro di Bocchetti e Zaffaroni è stato grande, proveremo a fare la scelta migliore con lucidità, spero entro la fine settimana di definire questo. Ci aspetterà un campionato molto difficile e la squadra deve avere fame, attributi, dignità, orgoglio e ci aspettano due mesi impegnativi per costruire la squadra e in Serie A bisogna avere un mix esperti-giovani, situazione già presente nella rosa di quest’anno. Lavorare con il Presidente è impegnativo, sei sempre sotto pressione e ogni tanto va bene staccare, ma ho la possibilità di vivere i rapporti al cento per cento. A Verona rimarranno i giocatori che vogliono rimanere al cento per cento, che vogliono stare con il coltello tra i denti e meritare“.

MARROCCU

Sono qui per salutarvi, è stata una stagione dopo tanta sofferenza con un sapore dolce e mi piace aver partecipato a questa nuova visione del club, essere riuscito a dare un contributo e mi gratifica. Saluto la famiglia Setti, la città“.

Qui, il video integrale della conferenza pubblicato sui canali ufficiali del club scaligero:

OLTRE AD “VERONA, SETTI-SOGLIANO-MARROCCU…”, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

  1. Calendario Premier League 2023/2024: ecco la prima giornata
  2. Campionato Serie A e B – salvezza e promozione, Spezia-Verona e Bari-Cagliari: così nell’ultimo atto
  3. Cagliari-Bari, finale playoff Serie B: si parte in Sardegna [LIVE]
  4. Roma, Mourinho post finale EL: “E’ tempo di parlare con la proprietà”
  5. Arsenal, Saka prolunga: “Posto giusto, tutto per esprimere il potenziale”
  6. Liverpool, Salah: “Distrutto, abbiamo deluso noi voi. Nessuna scusa”
  7. Liverpool, Firmino saluta e segna al 90′
  8. Fabregas su Sky si racconta: Barcellona, Arsenal, Como e calcio italiano…
  9. Verona-Sassuolo, la gara dei 120: cronaca e tabellino [LIVE]
  10. Verona-Sassuolo, Dionisi: “Non perdere le motivazioni altrimenti cambierò tanto. Pinamonti…”
  11. Nuovo stadio Cagliari, ufficiale: sarà “Gigi Riva”
  12. Milan, Ibrahimovic da record: “Orgoglioso, se sto bene…”
  13. Tottenham, Conte duro: “Non si vogliono pressioni e stress, la storia è questa da vent’anni e non si vince”
  14. Belgio, Tedesco sulla panchina della Nazionale
  15. Cagliari, Ranieri: “Tutti mi aspettavano, abbandonato l’egoismo e paura di rovinare”
  16. Atalanta, Percassi: “Continuiamo ad investire su stadio, squadra e giovani”
  17. Jorginho: “Dura senza Mondiale ma che finale. Sorpreso dal Newcastle, non dall’Arsenal. Potter…”
  18. Verona, Setti-Sogliano-Marroccu: “Insieme per il bene Hellas, cerchiamo impresa”
  19. Festival dello Sport, Batistuta e Zanetti in famiglia tra Serie A e Argentina
  20. Festival dello Sport, Zeman: “Nessun rimpianto, contento se si gioca bene e si fa emozionare”
  21. Ranocchia, messaggio di addio: “Spenta la passione, ricevuto e spero dato”
  22. Inter, Marotta: “Rosa all’altezza gestita bene da Inzaghi, miglioriamo”
  23. Real Madrid, Casemiro: “Tempo di una nuova sfida. Fosse stato per i soldi…”
  24. Milan, Florenzi: “Cercheremo di ripeterci e fare un passo in più. Origi, Adli…”
  25. Fiorentina, Pradè: “Non si è dato il giusto merito a quanto fatto. Jovic e il mercato…”
  26. Maglia Verona 2022/2023, presentazione nella “Night” Hellas con la campagna abbonamenti [FOTO+DICHIARAZIONI]
  27. Psg, Donnarumma: “Sembra facile ma in Ligue 1 certe gare durissime. Navas…”

 

Articolo precedenteMilan, idea Pulisic per l’attacco: i possibili scenari
Articolo successivoMbappè, bomba dalla spagna: sarà un giocatore del Real Madrid

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui