VERONA MILAN – Dall’inviato a Verona

Il Milan affronta il Verona nella terza giornata di campionato allo stadio Bentegodi, campo tradizionalmente mai facile per i rossoneri, il tutto davanti ad un pubblico delle grandi occasioni.

Applausi per i ragazzi di Juric che giocano un buon calcio, difendono bene fin dai primi minuti e propongono pressando alto per attaccare subito. All’8′ palla a Zaccagni che in acrobazia dentro l’area chiama all’intervento Donnarumma.  Al 21′ episodio chiave: espulso Stepinski per fallo su Musacchio dopo analisi al Var.

Al 28′ nuovi applausi gialloblù per un aggancio di Verre che controlla un lungo lancio, é costretto ad accelerare il tiro da posizione ravvicinata e il suo tiro finisce alto.

La produzione del Milan nel primo tempo si può sintetizzare con una conclusione alta di Suso e qualche palla per Piatek, nessun pericolo per Silvestri.

La ripresa inizia con Suso al tiro, uno dei suoi, a lato non di molto. Il Milan deve necessariamente alzare i ritmi e nel primo quarto d’ora, a spezzare le poche emozioni, da segnalare un palo per parte, Calabria con un tiro dal limite e Verre di prima dopo il crossa di Lazovic.

Solo un episodio poteva cambiare il match: fallo di mano in area di Gunter che consente Piatek di sbloccarsi. Il match si chiude ad otto minuti dal termine con Silvestri che non trattiene un tiro di Calhanoglu, arriva Piatek che realizza la sua doppietta, prima di venire annullato dal Var.

Nel recupero, espulso Calabria per un fallo al limite dell’area di rigore e brivido finale su punizione, ma il risultato non cambia.

Sabato, il  Verona andrà a Torino per sfidare la Juventus mentre il Milan é atteso dal derby.

[df-subtitle]Il tabellino [/df-subtitle]

Hellas Verona: Silvestri; Rrahmani (78′ Tutino), Kumbulla, Gunter; Faraoni, Amrabat, Veloso, Lazovic; Zaccagni (78′ Di Carmine), Verre (66′ Pessina), Stepinski

Allenatore: Ivan Juric

 

Milan: Donnarumma; Calabria, Musacchio, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Biglia, Calhanoglu; Paquetá (1′ st Rebic), Suso, Piatek

Allenatore: Marco Giampaolo

 

Ammoniti: Piatek, Paqueta, Rebic (MIL), Veloso, Gunter, Amrabat, Silvestri (VER)

Arbitro: Gianluca Manganiello di Pinerolo

Parole dalla mixed zone

Juric: “Contento per i ragazzi, abbiamo avuto le occasioni migliori in undici, dispiace perché meritavamo molto di più. Gli episodi var? Un pò al limite. Continuiamo con questo spirito, testa libera, dare il massimo. I ragazzi lavorano tanto, bene. Ho notato la differenza quando il pubblico apprezza e spinge, è importante per tutti noi. Kumbulla? Ragazzo che impara velocemente, deve continuare così. Verre? Molto bene, ha grandi potenzialità ancora inespresse”.

Giampaolo: “La squadra lavora bene, fa le cose per bene, io lavoro per migliorare i giocatori. Il Milan ha fatto una partita intelligente dopo la superiorità, difendere negli ultimi trenta metri tutta la partita diventa difficile. Verona ha fatto la sua onesta partita difensiva, ha giocato nel non farci giocare, con pazienza avremo trovato la giocata. Noi abbiamo diversi aspetti da migliorare. Il Var? Toglie dubbi e incertezze. Piatek? L’avevo visto bene, partecipe, deve stare sereno. Biglia? Un leader, giocatore forte e le fondamenta le costruisco pian piano con gli uomini funzionali. Suso? Bravo nella mattonella, nello stop orientato, servono giocatori così che vedono strade che altri non vedono. Paquetà? È un pò disordinato, devo farlo diventare giocatore completo ma è intelligente, ci devo lavorare. Calhanoglu? Farò fatica di privarmi di una qualità cosi, é capace di scardinare le difese. Lavoriamo anche su di lui”.

 

LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

Serie A 3a giornata, i risultati del pomeriggio

Italia, Mancini: “Un piacere vedere i giovani crescere, divertirsi e migliorare. Roma…”

Sicilia: “Sempre grato al Pescara, ma diventare agente era il mio sogno”

Figc, Cassano a Coverciano per il corso di direttore sportivo

Fiorentina, Commisso su Ribery: “E’ un campione. A Chiesa manca solo il gol”

Gollini: “Devo tutto ai miei genitori. Contro il City per me un derby”

Juventus, effetto Ronaldo sul fatturato: si sfiora il mezzo miliardo

Sacchi: “Sarri esteta, Conte verticale, Serie A indietro di settant’anni”

Juventus, per Mandzukic sirene anche dalla MLS

Torino, pace fatta tra Nkoulou e la società

Agente Hamsik: “Marek vuole tornare per un saluto, aspettiamo solo il Napoli”

Allegri a Padova: “Juventus? Giusto staccare un po’, non sono pentito…”

Articolo precedenteSerie A 3a giornata, i risultati del pomeriggio
Articolo successivoTante occasioni ma nessun gol, il Padova sbatte sul muro del Carpi: 0-0

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui