VERONA LECCE – Dall’inviato a Verona –

Davanti al proprio pubblico, l’Hellas Verona vuole andare avanti nel prolungato ottimo momento in campionato affrontando jl Lecce reduce dal punto casalingo contro l’Inter nello scorso turno.

Con uno straordinario pubblico ed una grande spinta sulle ali del l’entusiasmo, la prova dei gialloblù non può che essere all’altezza, nonostante un buon numero di tifosi nel settore ospiti.

Dopo tre minuti, a sfiorare il vantaggio sono proprio i salentini con Gianluca Lapadula che supera tutti, portiere compreso ma Rrahmani, salva sulla linea: segnalato, poi, il fuorigioco. Risposta veneta al 13′ con Verre, tiro fuori di non molto.

Al 19′, calcio d’angolo e colpo di testa di Dawidowicz, uno dei migliori la settimana scorsa a Bologna e 1-0 Hellas. Nei minuti successivi, diverse opportunità per il raddoppio mentre Liverani non é contento per certi buchi della sua squadra. Al 33′, esultanza di Juric per un’altra bella azione con cross e colpo di testa vincente di Pessina, 2-0 senza discussioni. Prima dell’intervallo, diagonale di Lapadula da posizione invitante, palla a lato.

Nella ripresa, gran parata a distanza ravvicinata di Vigorito su Pessina; qualche cambio, meno emozioni e vittoria che porta gli scaligeri al nono posto, confermandosi un altro delle squadre più sorprendenti del campionato, insieme al Parma, vincente anche oggi.

A pochi minuti dal termine, c’è spazio per il 3-0 realizzato su rigore da Giampaolo Pazzini.

[df-subtitle]Tabellino[/df-subtitle]

Verona: Silvestri; Rrahmani, Kumbulla, Dawidowicz; Faraoni, Amrabat (88′ Badu), Veloso, Lazovic; Pessina, Verre (3′ st Borini); Di Carmine (73′ Pazzini)

Allenatore: Ivan Juric

 

Lecce: Gabriel (27′ Vigorito), Rispoli, Rossettini, Lucioni (42′ Majer), Donati Dell’Orco; Deiola, Petriccione, Tachtsidis; Mancosu, Babacar (70′ Meccariello)

Allenatore: Fabio Liverani

 

Ammoniti: Tachtsidis, Faraoni, Dell’Orco, Amrabat

Espulso: Dall’Orco

Arbitro: Rosario Abisso di Palermo

 

PAROLE IN CONFERENZA DEGLI ALLENATORI

Liverani: “Ricominciamo a lavorare con la stessa voglia e volontà, dobbiamo avere più forza, bravura e fortuna. Anfora non riusciamo a tenere cattiveria e attenzione, il Verona ha fatto meglio di noi nelle due partite, speravamo qualcosina in più ma il campionato del Lecce é questo. 

Juric: “Creato tanto, concesso poco e niente. Volevo più velocità  trovare subito il terzo gol, il Lecce ha recuperato diverse volte. Abbiamo fatto qualche errore, per ora abbiamo pressato bene. I ragazzi sono concentrati e non hanno fatto fare il solito gioco di Liverani. È un bel gruppo, lavorano tutti bene, anche chi gioca meno e tutto questo dá vantaggio. In questo momento tutto sta andando bene. Pessina? Ancora eccellente, gran gol da attaccante ed equilibrio alla squadra. L’equilibrio é sottile, l’obiettivo rimane salvarsi. Dobbiamo essere al massimo“.

 

OLTRE A “VERONA – LECCE, CRONACA E TABELLINO”, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

Verso il ritorno a Napoli, Sarri: “Potrei anche pensare di smettere dopo la Juve

Moras Mandorlini Padova: “Ha la giusta carica, e quel commento ad Hallfredsson…” – ESCLUSIVA EC

Mercato Juventus: via Emre Can, arrivano i soldi per…

Rebic-Milan, da flop a valore aggiunto: l’ascesa del croato

Milan, il padre di Piatek: “Disposto a partire. Vuole giocare titolare”

Nico Gaitan, l’intermediario: “Lipsia, Lille e Fenerbahce interessate”. La situazione – ESCLUSIVA EC

Premier League, Liverpool soffre ma batte i Wolves

Mokulu Ravenna Gubbio, sorpasso romagnolo per l’attaccante belga – Anteprima EC

Sampdoria UFFICIALE Tonelli. E Caprari incontra il Sassuolo

Inter UFFICIALE Moses. Lazaro saluta e va al Newcastle

Napoli, Mario Rui: “Nessun problema con Insigne e il gruppo. Spero che Sarri venga applaudito, Gattuso…”

 

Articolo precedenteKresic Padova, il difensore corato è sempre più leader
Articolo successivoMarcon Treviso Academy, Morbioli salva i biancocelesti al 95′

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui