Marco Baroni, tecnico dell’Hellas Verona ha parlato nell’ultima conferenza stagionale prima della gara di campionato contro l’Inter. Le sue dichiarazioni:

Vogliamo fare una bella partita, l’avversario è enorme, una delle 4-5 in Europa più forti e vogliamo ben figurare contro un avversario così e davanti al nostro pubblico. Le difficoltà non ci hanno mai spaventato e ci hanno dato grandi stimoli, anche se la squadra ha speso tantissimo. Chi andrà in campo sono sicuro che darà tutto“.

Il futuro di Baroni:Presto per fare valutazioni, sono concentrato in questa partita e non vorrei fare una brutta figura. La nostra festa è ogni gara che scendiamo in campo, si lavora per questo con i nostri principi base, andare forte. Non ci sono da fare richieste alla società, è questione di valutazioni, le faremo nei tempi opportuni“.

Le scelte di formazione:Abbiamo fatto sentire tutti dentro il progetto, in una squadra undici non sono sufficienti e chi va in campo domani, ha dato tutto e merita di essere in campo. Tutti sono cresciuti nella fiducia, nel non mollare, se devo fare un nome, Noslin ha impattato in maniera importante, può e deve crescere tanto; Serdar ha avuto difficoltà poi è cresciuto in maniera esponenziale“.

La convocazione di Folorunsho in Nazionale:E’ stato aiutato dai compagni, è cresciuto, deve ancora lavorare tanto ed è un premio per lui e per la squadra“.

I successi dell’Atalanta e le belle parole di Gasperini:Non mi stupisce, un allenatore che ha spessore, idee, ogni anno crescono, migliorano. Su ogni pallone ce la siamo giocata“.

Baroni conclude: “Quest’annata ti arricchisce in maniera impagabile, le esperienze passate hanno aiutato tanto e i festeggiamenti durano poco, bisogna essere pronti a rimettersi in discussione”.

Qui, il video pubblicato sui canali ufficiali del club scaligero.

 

OLTRE A “VERONA-INTER, BARONI…“, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:
  1. Verona, Setti: “Senza rivoluzione nessuna salvezza, viviamo di plusvalenze”
  2. Ranieri: “Cagliari, chiuso un cerchio, forse una Nazionale in futuro. Atalanta meravigliosa”
  3. Finale Europa League, Atalanta batte Leverkusen: Lookman eroe della notte
  4. Salvezza Verona, capolavoro Baroni dopo Ranieri: Suslov-Folorunsho per l’aritmetica contro la Salernitana
  5. Premier League, Man City ancora campione: è il quarto di fila. Tutti i verdetti
  6. Salvezza Cagliari, Giulini: “Primo pensiero a Gigi, grazie Ranieri e tifosi”
  7. Sassuolo-Cagliari 0-2, è salvezza: Prati sblocca e Lapadula chiude affondando i neroverdi
  8. Sassuolo-Cagliari, Ranieri: “Rendere orgogliosi i tifosi, in tanti al Mapei un vantaggio. La non contemporaneità…”
  9. Inter, Inzaghi premiato a Piacenza: “Migliorarsi non sarà semplice, società forte”
  10. D’Aversa: “Lecce, chiedo ancora scusa, grazie Gotti. Felice per la meritata salvezza”
  11. Liga, Real Madrid campione 2023/24: ottenuta l’aritmetica, testa alla Champions
  12. Inter, Bastoni: “Sento di ripagare questo affetto, ancora fame. Inzaghi, Sommer, Thuram…”
  13. Parma promosso in Serie A: Pecchia può festeggiare
  14. Marotta: “Evoluzione, non rivoluzione e nessuna ansia da scadenze”
  15. Aston Villa-Emery allineati e ancora insieme: niente Milan
  16. Bundesliga, Bayer Leverkusen campione: rotta l’egemonia Bayern
  17. Spareggi Euro 2024, ecco le ultime partecipanti: Georgia, Polonia e Ucraina
  18. Barcellona, Xavi: “Lavoro non apprezzato nel quotidiano”. Al successore: “Divertiti, impossibile”
  19. Panchina d’oro, Spalletti: “Evoluzione continua, spero possano vincerla anche tanti altri bravi”
  20. Morte Gigi Riva: lutto per la Sardegna e per il calcio italiano
  21. Cagliari, Luvumbo dev’essere una risorsa e non  una soluzione
  22. Nizza, Farioli si racconta ad Euro Show
Articolo precedenteFinale FA Cup 2023/24, una gioia per ten Hag: United batte City
Articolo successivoNapoli e Conte dialoghi sempre più fitti: cosa manca per chiudere

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui