VERONA-FIORENTINA CRONACA E TABELLINO –

Dall’inviato a Verona – Pochi giorni dopo la vittoria nella semifinale di andata di Conference League e prima di pensare al ritorno, la Fiorentina scende in campo a Verona, stadio Bentegodi praticamente ancora sold out in un ambiente di festa con il gemellaggio delle due tifoserie.
La vittoria del Sassuolo sull’Inter e l’importanza dei punti in queste ultime gare di campionato incrementa la necessità di fare punti per la salvezza.
Al 12′, pasticcio della Fiorentina e il portiere commette fallo su Noslin: calcio di rigore battuto da Lazovic e importante 1-0 gialloblù. Il pubblico spinge e a gran velocità l’Hellas si riaffaccia in area con Bonazzoli che si rende pericoloso nell’inserimento in area. Al 17′ testa di Barak, uno dei grandi ex insieme a Faraoni e Montipò che devia in angolo. Dieci minuti dopo, prova Gaetano Castrovilli ma il palo evita l’1-1 e nell’azione successiva, ancora il portiere a chiudere su Ikonè. Al 36′ i ragazzi di Baroni si fanno vedere con una bella azione non finalizzata in area e prima dell’intervallo, Castrovilli sigla il pareggio.

Nella ripresa, prima del quarto d’ora Noslin fa impazzire i tifosi con la sua gran botta vincente del 2-1 che sarà decisiva: gli ospiti non riescono a spaventare i veneti al di là di qualche cross nel finale e mischie nel recupero.

Nel prossimo turno, ancora partita casalinga per il Verona che ospiterà il Torino dell’ex mister Ivan Juric mentre la Fiorentina riceverà il Monza.

HELLAS VERONA: Montipò; Centonze, Magnani (84′ Dani Silva), Coppola, Vinagre (61′ Tchatchoua); Duda, Serdar; Noslin, Folorunsho (84′ Dawidowicz) Lazovic (73′ Suslov); Bonazzoli (1′ st Swiderski)

Allenatore: Marco Baroni

FIORENTINA: Christensen; Faraoni (83′ Milenkovic, Ranieri, Parisi;  M. Lopez (70′ Mandragora), Duncan (62′ Bonaventura); Ikoné (70′ Beltràn), Barak, Castrovilli (62′ Kouame), Nzola

Allenatore: Vincenzo Italiano

Ammoniti: Coppola, Folorunsho, Mandragora

Arbitro: Antonio Rapuano di Rimini

OLTRE A “VERONA-FIORENTINA…“, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

    1. Roma-Leverkusen, De Rossi: “E’ l’anno loro, ne usciamo tutti insieme”
    2. Marsiglia-Atalanta, Gasperini: “Risultato importante ma a Bergamo…”
    3. Torino-Bologna, Juric: “Impressionato, curioso dal progresso di Thiago. Io farei…”
    4. Marotta: “Evoluzione, non rivoluzione e nessuna ansia da scadenze”
    5. Aston Villa-Emery allineati e ancora insieme: niente Milan
    6. Infortunio Udogie, stagione finita: niente Europeo
    7. Liga, 32esima: Clásico al Real che attende solo l’aritmetica, storico Girona in Europa
    8. Bundesliga, Bayer Leverkusen campione: rotta l’egemonia Bayern
    9. Liverpool-Atalanta 0-3, Gasperini: “Molto felici”. Scamacca: “Notte fantastica ma non basta”
    10. Liverpool-Atalanta, Gasperini: “Un modello, ci misureremo e proveremo a fare bella figura con i più forti”
    11. Liverpool-Atalanta, Klopp: “Gasperini ha idee che mi piacciono, sa come organizzare una squadra”
    12. Fiorentina-Atalanta, Gasperini: “Coppa Italia più fattibile ma non indispensabile per certificare il lavoro”
    13. Spareggi Euro 2024, ecco le ultime partecipanti: Georgia, Polonia e Ucraina
    14. Valencia-Real Madrid, Vinicius protagonista ma quante polemiche arbitrali: “Vittoria negata al Mestalla”
    15. Pescara, Zeman costretto a lasciare: il suo messaggio
    16. Barcellona, Xavi: “Lavoro non apprezzato nel quotidiano”. Al successore: “Divertiti, impossibile”
    17. Panchina d’oro, Spalletti: “Evoluzione continua, spero possano vincerla anche tanti altri bravi”
    18. Liverpool, intervista Klopp: “Amo tutto qui e non allenerò altro club inglese, mi fermo almeno un anno. Vorrei…”
    19. Morte Gigi Riva: lutto per la Sardegna e per il calcio italiano
    20. Roma-Verona, De Rossi nella prima conferenza: “Mi sento allenatore, l’obiettivo…”
    21. Roma-Verona, Baroni: “Nuove opportunità e presupposti per far bene, crescere e lottare, nonostante tutto”
    22. Verona, Sogliano: “Uniti, ritrovare carattere e ciò che è scattato l’anno scorso”
    23. Cagliari, Luvumbo dev’essere una risorsa e non  una soluzione
    24. Nizza, Farioli si racconta ad Euro Show
Articolo precedenteRoma, Renato Sanches non sarà riscattato e tornerà al PSG
Articolo successivoMilan-Genoa, la partita di un osservato speciale agli occhi di Moncada: Frendrup

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui