[df-subtitle]Punto d’oro a Parma per gli uomini di Velazquez, in attesa della sfida di domenica sera contro la Sampdoria[/df-subtitle]All’indomani della rimonta al Tardini di Parma, a Udine si respira un’aria tutto sommato serena e soddisfatta. Sul 2-0 per i padroni di casa in verità, si sono visti i primi spettri aggirarsi nei dintorni della panchina del giovane Velazquez e i primi pensieri pesanti intorno al grande capo dell’area tecnica, quel Daniele Pradè che a fine partita si ritiene fiducioso e soddisfatto: “la squadra ha avuto una grande reazione, bisogna continuare su questa lunghezza d’onda e vedrete che miglioreremo sempre di più”.  La parola d’ordine dunque è fiducia, ma anche soddisfazione per la rimonta, si esprime così anche Simone Scuffet, il giovane ex enfant prodige della porta bianconera, che ora ha tutte le intenzioni di riprendere quel cammino interrotto qualche stagione fa, quando sembrava vicino a spiccare un volo importante: “Grande reazione, grande rimonta, ora sotto con il lavoro perché domenica c’è la Sampdoria.” L’esordiente Velazquez, che ha soli 36 anni si prende il lusso di guidare una gloriosa società del calcio italiano come l’Udinese, a fine partita fa i complimenti alla propria squadra, ma esprime un giudizio assolutamente equilibrato:
“I ragazzi danno sempre tutto e mi voglio complimentare con loro. Sotto questo aspetto non posso che essere soddisfatto. Ma c’è ancora da lavorare, bisogna migliorare, bisogna crescere e ripartire dalla voglia che i ragazzi hanno messo per rimontare i due gol di svantaggio. Il gruppo è cambiato, ma dentro è rimasta un po’ di paura dall’anno scorso, e pian piano anche attraverso partite come quella di ieri, scacceremo la paura e miglioreremo: attraverso la tranquillità e soprattutto dedizione e lavoro.”

Domenica sera l’esordio casalingo in campionato contro la Sampdoria, dopo il flop in Coppa Italia contro il Benevento, servirà un’altra Udinese rispetto a quella vista ieri sera, c’è voglia di crescere è vero, ma di fronte ci sarà una squadra già ben rodata e guidata da uno dei migliori tecnici in circolazione e che in attacco presenterà una vecchia conoscenza di questo club: Fabio Quagliarella, cercato in estate dall’Udinese e alla fine rimasto in blucerchiato.

Articolo precedenteSantos: ”Jorginho ha cominciato molto bene la sua avventura al Chelsea”
Articolo successivoJuventus: arriva il rinnovo per Pjanic

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui