UDINESE RAZZISMO MAIGNAN –

Dalle parole ai fatti: nota dell’Udinese che dichiara di aver “individuato e bandito dallo stadio” il primo responsabile degli insulti razzisti rivolti a Mike Maignan, portiere del Milan durante la gara di sabato, interrotta per cinque minuti a causa della situazione creatasi. “La misura ha effetto immediato“, sottolinea il club friulano. Il comunicato integrale:

Udinese Calcio comunica, a valle dell’individuazione del primo responsabile dei deplorevoli insulti razzisti a Maignan, che il soggetto in questione sarà, a tempo indeterminato, bandito dal nostro stadio con effetto immediato.
La società conferma il suo impegno contro il razzismo e ritiene fondamentale l’applicazione di misure forti per mandare un concreto messaggio contro le discriminazioni, non solo nel calcio, ma nella società.
Il Club tempestivamente, già da sabato sera, ha lavorato in stretta collaborazione con le Autorità mettendo a disposizione tutte le sue telecamere e la strumentazione d’avanguardia di cui è dotato il Bluenergy Stadium al fine di dare un riscontro rapido alle indagini ancora in corso.
L’Udinese ringrazia la Questura di Udine per la collaborazione e conferma la sua fermezza nel colpire i responsabili degli insulti che infangano l’etica sportiva del club, della Regione, della città di Udine e di una tifoseria che, da sempre, sono un modello di integrazione e rispetto“.

SUPERCOPPA INTER-NAPOLI

OLTRE AD “UDINESE, RAZZISMO MAIGNAN..”, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

  1. Roma-Verona, De Rossi nella prima conferenza: “Mi sento allenatore, l’obiettivo…”
  2. Roma-Verona, Baroni: “Nuove opportunità e presupposti per far bene, crescere e lottare, nonostante tutto”
  3. Osimhen: “Buon rapporto con il presidente De Laurentiis, è importante. La Premier…”
  4. Esonero Mourinho, Dybala: “Un piacere enorme lavorare con te, grazie”
  5. Verona, Setti richiesto dai tifosi: tempo di chiarimenti
  6. Lazio, Lotito post derby CI: “Ha vinto il gruppo con merito. E’ cambiata…”
  7. Tottenham, Udogie rinnovo a lungo termine: “Qui a casa e subito benvenuto”
  8. Verona, Sogliano: “Uniti, ritrovare carattere e ciò che è scattato l’anno scorso”
  9. Napoli, Di Lorenzo: “Mazzarri si è presentato benissimo, speriamo di continuare”
  10. Verona, Ngonge da uomo della salvezza a uomo per la salvezza
  11. Cagliari, Luvumbo dev’essere una risorsa e non una soluzione
  12. Nizza, Farioli si racconta ad Euro Show
  13. Brescia-Maran, guarda chi si rivede: il mister trentino ritrova la panchina
  14. Cagliari-Frosinone 4-3, Ranieri: “Cuore immenso”. Di Francesco: “Inspiegabile”
  15. Bologna, Zirkzee conquista i rossoblù ma ora lasciamo stare Arnautovic
  16. Serie A, Hernanes: “L’inter la più forte, Juventus e Lazio…”
  17. Milan-Verona apre il sabato della 5a di Serie A: timbra Leao
  18. Milan-Newcastle, battaglia al Meazza: è 0-0
  19. Cagliari, Petagna: “Contento e a disposizione, mister Ranieri…”
  20. Italia, Spalletti: “Felicità, sogno che parte da lontano. Napoli…”
  21. Nuovo stadio Cagliari, ufficiale: sarà “Gigi Riva”
  22. Cagliari, Ranieri: “Tutti mi aspettavano, abbandonato l’egoismo e paura di rovinare”
  23. Atalanta, Percassi: “Continuiamo ad investire su stadio, squadra e giovani
Articolo precedenteMorte Gigi Riva: lutto per la Sardegna e per il calcio italiano
Articolo successivoSupercoppa, Lautaro: “Era un obiettivo, orgoglioso della squadra”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui