[df-subtitle]Presentati anche Teodorczyk, D’alessandro e Opoku[/df-subtitle]Giorni frenetici all’interno della sala stampa della Dacia Arena, Machis, Vizeu, Troost-Ekong, ter Avest, Nicolas, sono stati presentati nei giorni scorsi, oggi si conclude il giro delle presentazioni con il bomber polacco Teodorczyk, l’ex Atalanta D’alessandro e il giovane difensore ghanese Opoku.

Ecco le parole dell’attaccante polacco ex Anderlecht, riportate da tuttomercatoweb:

“Mi sto ancora ambientando a Udine e all’Udinese, sto conoscendo i miei compagni e l’allenatore, quindi ci vorrà ancora un po’ di tempo. Non ho ancora parlato individualmente con Velazquez, ma credo si aspetti quello che so fare: segnare.”

“In generale ci tengo molto a fare gol, poi che sia io o uno dei miei compagni a segnare non ha importanza. La T quando esulto è semplicemente l’iniziale del mio cognome”

“Nelle ultime settimane ci sono stati diversi cambiamenti nella mia vita di cui non mi va di parlare, con l’Anderlecht sono stati due anni importanti e che mi hanno insegnato molto, l’Udinese è un’ottima piazza per continuare la mia carriera”.

“Mi alleno costantemente, non sono ancora al top della condizione, ma sarò nella forma migliore il prima possibile”.

Queste invece le parole di Opoku e D’alessandro riportate dal profilo twitter ufficiale della società bianconera @Udinese_1896:

Opoku:

“Giocare in Serie A è un sogno che si realizza e sono felice di misurarmi con attaccanti del calibro di Cristiano Ronaldo. Posso imparare tanto”

“Ho parlato sia con Gargo che con Gyan. Mi hanno entrambi parlato bene dell’ Udinese, è un ottimo trampolino di lancio per il calcio europeo”

“Per diventare un leader difensivo ci vuole tempo e soprattutto lavoro. Qui ci sono tanti difensori di livello da cui posso solo che imparare”

D’Alessandro:

“Il modulo tattico di Mister Velazquez sicuramente mi ha incuriosito, penso di potermi inserire bene grazie alle mie caratteristiche. Nella mia carriera ho giocato sia a destra che a sinistra”

“Fisicamente sto bene, ho saltato un paio di allenamenti per evitare rischi. Più passa il tempo più rientro in condizione: che sia dal primo minuto o in corso d’opera io sono pronto”

“Ho vissuto in maniera molto tranquilla e serena il calciomercato. Quando il mio agente mi ha comunicato che c’era la possibilità di venire a Udine ne sono stato entusiasta”

“L’Udinese è un’eccellenza, sono molto motivato a far bene e a dare il massimo. Spero sia una grande stagione sia per me che per la squadra”

 

Articolo precedenteJuventus-Lazio, Allegri: “Contro la Lazio non voglio cali di tensione. Ronaldo è un trascinatore”
Articolo successivoMilan, Gattuso: “Forti in prospettiva, Napoli più di Sarri ma Ancelotti…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui