UDINESE PARMA – Il secondo turno di serie A si chiude con le partite della domenica sera tra le quali, allo Stadio Friuli di Udine, spicca Udinese-Parma. I bianconeri friulani sono reduci dall’esordio vittorioso in casa contro il nuovo Milan di Giampaolo e cercano continuità all’insegna della salvezza. Dall’altra il Parma di D’Aversa, fermo al palo dopo la sconfitta con la Juventus, cerca il primo punto; obiettivo dichiarato simile anche per gli emiliani, ovvero la salvezza.

Qualche novità nell’undici scelto da Tudor, dove dal primo minuto scende in campo Nestorovski, preferito a un Pussetto apparso in ritardo nella prima uscita contro il Milan; ma soprattutto dove torna in campo dall’inizio Rodrigo De Paul al posto di Fofana non al meglio. Confermata invece la difesa con De Maio e Nuytinck che si accomodano nuovamente in panchina, esordio dal 1′ per Sema. Nel Parma confermato il tridente Inglese, Gervinho, Kulusevski, con Grassi preferito a Brugman, rispetto alla partita contro la Juventus e Kucka e Pezzella, ex che una settimana fa giocava qui con la maglia dell’Udinese contro il Milan, in panchina.

UDINESE – PARMA 1-1 Il primo tempo si chiude sull’1-1, ma sono tante le recriminazioni per i padroni di casa. L’Udinese ha il pallino del gioco, la manovra è fluida guidata da un ispirato Jajalo: il regista che è sempre mancato in questi anni alla squadra friulana. In più le prestazioni dell’ex Palermo permettono a Mandragora di esprimersi al meglio sgravandolo da compiti di costruzioni e dandogli la possibilità di fare quello che gli riesce meglio: interdire e inserirsi con qualità.

Di pregevole fattura il vantaggio firmato da Lasagna, rimpianti per le occasioni sciupate nei minuti successivi. Il tempo passa e l’Udinese gestisce bene il pallone ed è padrona del gioco, ma un Parma sornione colpisce sul finire di primo tempo con Gervinho, forte però è la complicità di Musso che si fa beffare in maniera ingenua e in generale della parte sinistra dello schieramento, quella su cui nelle ultime ore di mercato dovrà intervenire il club.

UDINESE – PARMA 1-3 La ripresa si apre come si è giocato tutto il primo tempo: l’Udinese comanda il gioco guidata da Jajalo, ma si conferma imprecisa davanti. Il Parma però ha un giocatore superiore, almeno nella tecnica in velocità, a tutti i 22 in campo: Gervinho. L’ivoriano, dopo aver siglato l’1-1, apre in due la cerniera friulana e ispira il gol del vantaggio siglato da Gagliolo di testa, perfetto nell’inserimento e il 3 a 1 firmato da Inglese che condanna i friulani.

L’Udinese inizialmente pare subire il colpo, ma col passare dei minuti riprende in mano il gioco e sfiora il gol in almeno tre occasioni: ancora una volta però la mira è imprecisa oppure i tiri finiscono tra le braccia di Sepe. Il match finisce, ma i padroni di casa escono tra gli applausi con la convinzione di aver disputato una buonissima partita.

Il Parma si conferma squadra spietata soprattutto in trasferta quando può attendere l’avversaria e liberare i cavalli di Gervinho e ottiene così tre punti fondamentali nella lotta alla salvezza. L’Udinese, dopo le gioie della prima giornata, scricchiola anche nel risultato e inizia a perdere punti in casa, e dopo la sosta ci sarà la trasferta a Milano, contro l’Inter capolista.

FORMAZIONI UFFICIALI

UDINESE (3-5-2): Musso; Becao, Troost-Ekong, Samir; Stryger Larsen, Jajalo, Mandragora, De Paul, Sema; Nestorovski, Lasagna.

PARMA (4-3-3): Sepe; Laurini, Iacoponi, Bruno Alves, Gagliolo; Barillà, Hernani, Grassi; Kulusevski, Inglese, Gervinho. All.: D’Aversa.

Gol: Lasagna 16′, Gervinho 43′, Gagliolo 59′, Inglese 76′

LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:

Mercato Serie A, tutte le ufficialità delle ultime ore

Torino, UFFICIALE l’arrivo di Diego Laxalt

Inter, Lukaku: “Con il Lecce avevo la pelle d’oca, sulla Champions…”

Cagliari, Pavoletti fermo: previsto un lungo stop

Cagliari, UFFICIALI Simeone e Olsen. I comunicati

Fernando Llorente arriva al Napoli: “Mi hanno trasmesso qualcosa di importante. Vediamo…”

GAZZETTA – Icardi fa causa all’Inter. Ecco le richieste

Juventus, infortunio di Chiellini: probabili 5 mesi di stop?

Sorteggi Europa League, ecco i gironi delle italiane

Chievo, Pellissier: “Cantiere aperto, Stepinski non vuole restare ma…”

Di Marzio: Psg e Barcellona stanno chiudendo per Neymar

Udinese mercato: diversi nomi in uscita, mentre in entrata…

Articolo precedentePremier League: Aubameyang rovina la festa agli Spurs, vince l’Everton
Articolo successivoGenoa – Fiorentina, due a uno per il Grifone che vola in classifica

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui