[df-subtitle]Manita dei bavaresi al Benfica con doppiette di Robben e Lewandowski. Aguero riacciuffa il Lione ed evita la sconfitta. Vittoria in extremis per lo Shakhtar [/df-subtitle]Martedi di Champions League che regala i primi verdetti: nel gruppo E Bayern Monaco e Ajax vincono assciurandosi il passaggio agli ottavi. Stessa sorte per il Manchester City nel gruppo F, a cui basta un pari contro il Lione per passare. Spettacolare vittoria dello Shakhtar all’ultimo minuto in casa dell’Hoffenheim.

[df-subtitle]Gruppo E[/df-subtitle]

Nel tardo pomeriggio l’Ajax l’ha spuntata sull’Aek Atene fanalino di coda. E’ servita più di un’ora però ai lancieri per sbloccare la contesa; mani di Livaja in area di rigore e penalty per gli olandesi. Dagli undici metri Tadic non sbaglia. Ajax che approfitta del momento e dopo quattro minuti insacca la rete della sicurezza; lancio per Neres che in area di rigore serve Huntelaar, l’olandese bravo a cedere a Tadic che trova la doppietta personale.

Ajax matematicamente agli ottavi dopo la vittoria, in serata, del Bayern Monaco che travolge il Benfica. I bavaresi dimenticano il brutto periodo che stanno passando in Bundesliga rifilando una manita ai portoghesi. Robben apre le danze al 13′ con una magia; serpentina tra i difensori avversari e sinistro a giro che non lascia scampo a Vlachodimos. L’olandese si ripete alla mezz’ora, mandando al bar il diretto marcatore e con il solito sinistro fa doppietta. Al 36′ arriva la firma di bomber Lewandowski che chiude anzitempo la partita. Nella ripresa dopo il gol della bandiera ospite di Fernandes, il Bayern dilaga; al 51′ ancora Lewandowski, di testa, sigla il poker, mentre al 76′ c’è gloria anche per Ribery che su assist di Alaba mette in rete il definitivo 5-1. Bavaresi primi e già agli ottavi.

Classifica: Bayern Monaco 13; Ajax 11; Benfica 4; Aek Atene 0.

[df-subtitle]Gruppo F[/df-subtitle]

Al Manchester City di Guardiola basta il 2-2 contro il Lione per assicurarsi il passaggio al turno successivo. Partono meglio i francesi che sfiorano il gol con Depay, ma soprattutto con Cornet, che sul finire del primo tempo colpisce la traversa. E’ lo stesso Cornet però a portare in vantaggio i padroni di casa con un destro a giro dai venti metri che batte Ederson. I citizens però reagiscono, e al 63′ con la zuccata di Laporte trovano il pari. La giornata super di Cornet però continua e al minuto 81 fa esplodere Parc Olympique Lyonnais riportando evanti i suoi. Gioia che dura pochi minuti, quelli che bastano al Kun Aguero per ristabilire la parità e regalare la qualificazione al City.

Ritorna in corsa lo Shakhtar grazie alla vittoria in extremis sul campo dell’Hoffenheim. Uno-due micidiale degli ucraini che tra il 14′ e il 15′ si portano sul doppio vantaggio grazie alle segnature di Ismaily e di Taison. I padroni di casa non crollano, anzi reagiscono e al 17′ Kramaric accorcia con un morbido pallonetto. I tedeschi ci credono e la riprendono al 40′ con il colpo di testa di Zuber ceh batte un incerto Pyatov. Ad inizio ripresa i padroni di casa restano in inferiorità numerica per l’espulsione combinata a Szalai e resistono fino al 90′ , ma non basta visto che Taison in pieno recupero gela la Wirsol Rhein-Neckar-Arena siglando la rete del 2-3 finale.

Classifica: Manchester City 10; Lione 7; Shakhtar Donetsk 5; Hoffenheim 3.

Articolo precedenteJuventus, Allegri: ” Abbiamo fatto meno bene delle altre volte, ma abbiamo meritato la vittoria “
Articolo successivoChampions League, Roma – Real Madrid 0-2, Di Francesco: “Ogni volta che prendiamo gol smettiamo di giocare”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui