Inzaghi, tecnico che sta facendo tornare grande l’Inter, sarebbe finito nella lista di diversi top club: Liverpool, Manchester United e…

Uno dei segreti, ormai ampiamente noto, della scalata dell’Inter verso le cime italiane e europee è sicuramente l’eccellente lavoro svolto da Simone Inzaghi, tecnico che, nella passata stagione, è stato anche ad un passo dall’esonero sulla panchina nerazzurra. In quella attualmente in corso, l’ex allenatore e centravanti della Lazio risulta il grande timoniere di una scialuppa pronta a conquistare altri lidi, con lo sguardo puntato molto più in alto, verso una seconda stella sempre più concreta e dettata da un fantastico percorso in Serie A, frutto delle ventuno vittorie conquistate in venticinque giornate. L’operato di Inzaghi non sta certamente passando inosservato agli occhi di grandi club, soprattutto quelli in procinto di stravolgere le proprie guide tecniche, come Liverpool e Manchester United.

Secondo quanto riportato dal quotidiano Tuttosport, infatti, le sirene d’Oltremanica cominciano a farsi sentire dalle parti di viale della Liberazione, con la dirigenza nerazzurra che dovrà necessariamente blindare il futuro di Inzaghi oltre la naturale scadenza contrattuale del tecnico, fissata per il 2025, a 5 milioni e mezzo di euro netti all’anno. La capacità di orchestrare una sinfonia, quella nerazzurra, praticamente perfetta nel corso della stagione, armoniosa e sinuosa, ha fatto salire in cattedra l’ex Mister della Lazio anche in ambito europeo, complice anche una finale di Champions League giocata ad armi pari contro una super potenza come il Manchester City di Guardiola.

Tutti pazzi per Inzaghi: Liverpool, Manchester United e non solo

L’esaltazione di un gioco corale e collettivo ormai dominante in lungo e in largo, a ritmi sempre elevatissimi, potrebbe portare il 3-5-2 di Inzaghi a misurarsi in una realtà come quella della Premier League, laddove, i top club, sono pronti a puntare sulle qualità di un tecnico alla ribalta. Chelsea e Manchester United potrebbero valutare di privarsi di Pochettino e Ten Hag, mentre il Liverpool dovrà sostituire il partente Klopp: la fila della Premier League per Inzaghi comincia da lì, senza dimenticare altre pretendenti pronte a scommettere su un direttore d’orchestra ormai affermato ai massimi livelli.

Articolo precedenteJuventus, Vlahovic riferimento bianconero e volontà di rinnovare
Articolo successivoLeao, il sorriso e l’amore per il Milan: “Non ho rinnovato per soldi”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui