Pesante accusa di partite truccate per l’Olympiacos.

Nelle prossime ore si saprà qualcosa in più sulla questione che coinvolge la formazione del Pireo. A darne notizia sono i media greci che raccontano di una serie di partite falsate tra il 2012 ed il 2015. Tutto per motivi di scommesse, con il patron della formazione biancorossa, Evangelos Mirinakis, numero uno anche del Nottingham Forrest, come figura insieme ad altre 27 persone.

Le partite finite sotto inchiesta risalgono appunto ad un periodo che va dagli 8 ai 5 anni fa. I match in questione sarebbero Asteras Tripolis-Olympiacos (1/11/2014), Veria–OFI (17/1/2015), Veria–Olympiacos (1/2/2015), Olympiacos–Atromitos (4/2/2015) e OFI–Panathinaikos (15/2/2015).

Nell’inchiesta portata avanti da Panagiotis Spanou, membro del comitato etico della Federcalcio di Grecia, si parla di favori concessi dalla classe arbitrale all’Olympiacos.

Una vicenda di cui si verranno a conoscere i risvolti forse già nelle prossime ore. L’accusa di partite truccate però, se confermata, porterebbe ad una drastica decisione, la retrocessione dell’Olympiacos, vincitrice di 19 titoli negli ultimi 23 anni, 44 in totale, e formazione prima in classifica al momento dello stop del campionato per il dilagare della pandemia dovuta al Coronavirus. Un colpo importante per il calcio greco che dopo aver ritrovato dopo alcuni anni l’Aek Atene, finito nelle serie minori per motivi economici, ora rischia di perdere un’altra società storica.

Articolo precedenteCremonini: “Bologna punto di incrocio e visione larga, Dall’Ara il mio Wembley. Baggio, Mihajlovic…”
Articolo successivoPadre Higuain: “Resterà alla Juve fino al termine del contratto”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui