TREVISO ZANUTTIG – Al termine della pesante sconfitta casalinga contro il Portogruaro, Andrea Zanuttig ha parlato in conferenza stampa.

Così il tecnico del Treviso: “Il risultato è quello giusto, non vado a giudicare. Dovevamo fare una partita diversa, avevamo lavorato per fare una partita diversa, sapevamo che il Portogruaro gioca così. E noi nel primo tempo ci siamo andati dietro, abbiamo sbagliato, la nostra qualità è diversa. 

Da martedì riprenderemo a lavorare. Ho detto ai ragazzi nello spogliatoio che non voglio vedere teste basse, io non mollo niente. Mancano ancora dieci partite, e noi in otto abbiamo già recuperato sei-sette punti“.

TREVISO ZANUTTIG

TREVISO ZANUTTIG – Prosegue: “Può succedere di perdere, ma perdere così mi fa girare le scatole. Ma purtroppo devi fare i complimenti agli altri e basta. Noi dobbiamo avere la forza di ripartire e di andare avanti, altrimenti tutto è impossibile. È un obbligo che abbiamo tutti“.

Infine sul confronto con la Curva Sud dopo la partita: “Io non mi nascondo, l’ho detto anche a loro. Gli ho detto chiaro e tondo che non mollo di un millimetro. Loro sono giustamente incazzati neri e li capisco, ma io ribadisco ancora che non mollo di un millimetro. Anche perché mancano dieci partite e stiamo parlando di cinque punti“.

Articolo precedenteTreviso-Portogruaro, tanto cuore nella ripresa ma non basta: 0-1 per i granata
Articolo successivoSassuolo, Berardi: “Punto ad andare in una big. Scamacca e Raspadori…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui