TREVISO CITTÀ DI CAORLE – Dopo il lungo stop dalla fine di dicembre, il Treviso riprende il suo cammino con l’obiettivo dea conquista della Serie D. L’ultima in casa risaliva a sabato 18 dicembre contro il Sandonà.

Al Tenni c’è il Caorle. A inizio gara sono proprio i biancocelesti ad avere il pallino del gioco. E al 6′ ottengono un calcio di rigore: lancio di Salviato per Kabine, con quest’ultimo atterrato in area dal portiere avversario Tonello. Dal dischetto si presenta lo stesso bomber marocchino, ma l’estremo difensore del Caorle indovina e para. Niente di fatto.

Dieci minuti più tardi però il Treviso è meritatamente in vantaggio, con Pozzebon che apre per Granati e quest’ultimo che – dopo una bella cavalcata sulla fascia – insacca senza lasciare scampo a Tonello.

Successivamente sono sempre i padroni di casa a condurre, e Kabine ha una buona chance, ma non la sfrutta al meglio. Così come al 36′.

Mentre al 42′ conclusione di Pozzebon bloccata da Tonello. Al 44′ ecco il 2-0: cross di Porcino ed è lo stesso Pozzebon a incornare alla perfezione col pallone che gonfia la rete. Si va all’intervallo con il perfetto controllo della gara.

TREVISO CITTÀ DI CAORLE

TREVISO CITTÀ DI CAORLE – A inizio ripresa è il Treviso va vicino al tris con un bel tiro, deviato in angolo dal portiere del Caorle, di Soncin.

Il gol arriva al 50′ su cross di Granati sul quale c’è una incomprensione tra Tonello e un difensore avversario. Ne approfitta Kabine che si sblocca: è tris biancoceleste.

Cinque minuti più tardi il Caorle tira per la prima volta in porta con Cristian Cervesato, ma Casella devia in corner.

Al 62′ ospiti ancora pericolosi, questa volta con un colpo di testa di Della Bianca dal centro dell’area, ma anche questa volta Casella risponde presente.

All’80 esordisce nel Treviso il suo arrivato Acampora, proveniente dall’Opitergina e che prende il posto di Pozzebon.

Poco dopo il Caorle accorcia le distanze con il neo entrato Pasqual, bravo a sfruttare una incertezza della difesa biancoceleste.

Tra l’85’e l’87’ succede di tutto: prima la squadra di Tasca segna di nuovo, questa volta con Pagnoni. Ma sul ribaltamento di fronte Masoch infila Tonello con bel tiro su sponda di Kabine. Ora il punteggio è di 4-2.

L’arbitro concede quattro minuti di recupero, ma poco cambia: il Treviso porta a casa altri 3 punti importanti, e ora i ragazzi di Zanuttig sono terzi a 29 punti.

 

IL TABELLINO

Treviso (3-5-2) Casella; Granziera, Salviato, Porcino (68′ Bragagnolo); Magli, Soncin (74′ Masoch), Tiepolato (89′ Pagan), Granati, De Poli; Pozzebon (80′ Acampora), Kabine (88′ Telesi). All.: Zanuttig

Città di Caorle La Salute (4-4-2) Tonello; Tedone, Teso, Biasi Manolache, Battistutta (70′ Xausa); Cervesato C. (88′ Comerci), Cester, Cervesato M. (68′ Pagnoni), Bozza (52′ Pasqual); Novelli Gasparini (81′ Brichese), Della Bianca. All.: Tasca

Ammoniti: Battistutta, Tonello, Biasi Manolache, Teso (C), Porcino (T)

Reti: 17′ Granati, 44′ Pozzebon, 50′ Kabine (T), 84′ Pasqual, 85′ Pagnoni, 87′ Masoch (T)

Articolo precedenteMilan, Maldini su Ibrahimovic: “Vuole continuare, non sarà mai un peso”
Articolo successivoTreviso, Pozzebon: “Abbiamo davanti dodici finali, siamo un grande gruppo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui