spot_img
HomeSerieANapoliTornado Osimhen spazza via il Sassuolo: il Napoli stravince 1-6

Tornado Osimhen spazza via il Sassuolo: il Napoli stravince 1-6

-

Sassuolo-Napoli 1-6: finisce malissimo la prima di Bigica sulla panchina dei neroverdi; gli azzurri stravincono con tripletta di Osimhen

Pioggia a tratti battente, temperatura non certo ideale ma, a spazzare via il primo Sassuolo di Emiliano Bigica è Victor Osimhen, vero e proprio Tornado, nonché protagonista assoluto del punteggio tennistico registrato al Mapei Stadium, nel corso del recupero della ventunesima giornata del campionato di Serie A. La prima gioia per il Napoli targato Calzona coincide, inevitabilmente, con il primo e dolorosissimo stop alla prima in panchina per il Mister neroverde, la cui squadra si sfalda immediatamente dopo il pareggio azzurro firmato Rrahmani. E dire che, la serata al Mapei si era aperta al meglio per gli emiliani, in virtù della rete realizzata da Rucic, anch’egli al primo appuntamento, questa volta col gol, in Serie A. Dopo il pareggio firmato dal centrale albanese, sale in cattedra proprio Osimhen, autore di una splendida tripletta a sugellare azioni corali degne del Napoli Tricolore, con l’ex Politano in grande spolvero.

Nella serata reggiana c’è gioia anche per Kvicha Kvaratskhelia, con il numero 77 che segna una doppietta utile, sì, ai fini delle statistiche, ma anche di buon auspicio verso il finale di stagione. La squadra azzurra risponde presente, dunque, all’ultima chiamata per l’appello europeo raggiungendo quota 40 punti, a meno otto dal Bologna quarto in classifica, ma con la selezione di Motta impegnata contro l’Atalanta, in una giornata che emetterà parecchie sentenze per le sorti europee della stagione. In quel di Reggio Emilia, il Napoli ritrova contemporaneamente gioco e, soprattutto, gol, per rilanciare le ambizioni dei partenopei e infondere fiducia verso il posticipo di domenica al Maradona, contro Juventus di Allegri.

Tornado Osimhen spazza via il Sassuolo: il Napoli stravince 1-6

Una serata amarissima per il Sassuolo, con la squadra di Bigica che si disunisce dopo il momentaneo pareggio di Rrahmani e subisce il 2-1 dell’attaccante nigeriano appena dopo un minuto la rete dello stesso difensore. Il vero cruccio di una squadra che pure nella prima mezz’ora si difende in modo quadrato ed equilibrato, appare infatti il fattore mentale: elementi inequivocabili gli errori da matita blu compiuti da Tressoldi e Matheus Enrique, che spalancano la strada alla serata da nove di Osimhen. Il Napoli, al contrario, tenta così di risalire sul treno che potrebbe condurlo al traguardo Champions realizzando sei reti in una tappa di Reggio Emilia che rilancia le ambizioni di una squadra a caccia di redenzione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

europa league

Le finali di Europa League più emozionanti di sempre

0
Cresce l’entusiasmo per la finale di Europa League, che quest’anno mette a confronto due squadre che hanno saputo sorprendere e entusiasmare nel corso del...