Il Torino vince contro la Lazio e termina il campionato al settimo posto. Un piazzamento importante, per la squadra di Mazzarri, che non riesce però ad accedere all’Europa League. Dopo i festeggiamenti e il saluto a Moretti, mister Mazzarri è intervenuto in conferenza stampa per commentare la prestazione dei suoi. Queste le sue dichiarazioni:

La partita di oggi.
“Buon connubio con l’ambiente. Non mi aspettavo potesse accadere, quando sono arrivato. Questa è la più bella soddisfazione per aver creato con questi giocatori la bella festa che abbiamo vissuto”.

Cosa serve al Torino per la prossima stagione?
“Io vorrei che tutti fossero confermati, ma so che qualcuno che gioca di meno potrebbe chiedere la cessione. Come ha detto il presidente ci vogliono acquisti mirati. Con tre acquisti il gruppo può migliorare”.

Alcuni episodi hanno penalizzato la squadra.
“Non mi lamento, ma protesto quando penso che ci sia un errore. Nel ritorno non ho mai avuto molto da dire. Il resto lo lascio fare a voi. Se i punti non si raccolgono per qualche motivo, poi non si può recuperare. Come successo nella partita di Empoli”.

Tanti punti.
“Rispetto al girone d’andata abbiamo fatto sei punti in più. Se si fosse fatto qualche punto in più all’andata chissà dove saremmo. Ringrazio tutti voi e anche i tifosi, che mi hanno commosso. Ringrazio anche i ragazzi e tutti coloro che hanno lavorato con me”.

Quanto si sente granata.
“Totalmente e vedere uno stadio così  entusiasta mi dà ancora più motivazione. Mi sento parte integrante di questa famiglia e se tutti remeremo nella stessa direzione faremo il salto di qualità”.

Rinnovo?
“Ho ancora un anno e a me basta la parola. Sento la stima di tutti”.

Il Torino potrebbe essere ripescato in Europa.
“L’ho detto ieri, non  mi piace gufare, ma di solito con 63 punti in Europa si va. Se ci sarà ripescaggio non ci sentiremo neppure ripescati”.

Rimpianti?
“Empoli, Cagliari, Sassuolo all’andata. Con il Bologna siamo stati polli, ma sul due a due siamo tornati ad attaccare e poi non dico altro. Con il Parma e anche con il Napoli dove abbiamo perso per troppa esuberanza. Ma quella che non digerisco è quella con il Sassuolo. Ad Empoli se fossimo arrivati con qualche punto in più non avremmo perso”.

Persi punti con le “piccole”.
“Bisogna avere un po’ di malizia in più. Se non si può vincere la partita bisogna accontentarsi anche solo del punto”.

Il difensore del futuro.
“Nei prossimi giorni ne parleremo. Vorrei parlare di chi è qui. Bremer è stato encomiabile, si è sempre allenato bene e alla fine restava 30-40 minuti in più con il mio staff ad esercitarsi ulteriormente. Oggi mi sembrava Cerezo per le movenze. Ci dà oggi grandi garanzie”.

Articolo precedentePsg, Tuchel: “Mbappé e Neymar? Non posso promettere che resteranno”
Articolo successivoSerie A, Inter – Empoli decide Champions e salvezza [LIVE]

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui