Incredibile sconfitta a Torino per il Grifone, soprattutto alla luce di come è maturata. In dieci uomini per l’assurda entrata di Romulo circa al 20esimo d primo tempo, il Genoa passa in vantaggio con Kouame inidiexi uomini, ma nei minuti di recupero si fa rimontare e subisce due gol da Torino. A fine partita Murgita a Radio Nostalgia ha analizzato cosi la parita:

Due gol paradossali, nel primo Rincon non entra pulito, poi Romero fa un’ingenuità, il secondo è arrivato praticamente a tempo scaduto. La scelta della sostituzione di  Piatek è stata dettata dal dover fare una partita più di sofferenza. Abbiamo deciso di puntare su Kouamé, l’espulsione di Romulo ci ha condizionato. Nonostante tutto abbiamo provato ad affrontare la gara nel miglior modo possibile, nel secondo tempo soprattutto sul finale con un po’ di qualità in più si poteva costruire qualcosa di importante, ma ci è mancato l’ultimo passaggio. Il Torino ha attaccato di ripartenza, noi siamo andati poco alla conclusione rispetto a quello che potevamo fare”

Ancora zero vittorie per Juric, la classifica è molto corta e Murgita inizia a preoccuparsi, ma fanno rabbia i due gol presi in pochissimo tempo:

Gol subiti in due minuti? Siamo nell’imponderabile del calcio, c’è poco da aggiungere. La classifica se la si guarda ti fa preoccupare ma può farti anche capire che senza fame, senza quell’aggressività feroce, non puoi uscirne fuori”.

Articolo precedenteStadio EC, Chievo – Lazio 1-1: apre Pellissier, pareggia Immobile
Articolo successivoTorino Genoa, Mazzarri:”Abbiamo sprecato troppo”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui