Thiago Alcantara, centrocampista in forza al Liverpool, lascerà il club in estate: Juve e Inter pronte alla sfida per il parametro zero

Trentadue anni, classe ed esperienza internazionale da vendere, un infortunio all’anca ancora da smaltire, ma tantissima voglia di rimettersi in gioco. Magari, proprio in Italia, Paese in cui è nato (all’epoca della militanza del padre nel Lecce) e che, in passato, l’avevano avvicinato ad una convocazione nelle giovanili della nostra Nazionale. Il Curriculum di Thiago Alcantara, centrocampista del Liverpool, potrebbe risultare ancor più appetibile per le squadre di mezza Europa, grazie ad un contratto in scadenza coi Reds nel 2024.

Attualmente infortunato, il problema all’anca non gli ha fatto nemmeno cominciare la stagione e lo terrà ai box fino a gennaio, l’ex mediano del Barcellona ha tutta l’intenzione di rilanciare la propria carriera ed arricchire ulteriormente un palmarès già pieno di zeppo di trofei, tra cui due Champions League, due Mondiali per Club e altrettante SuperCoppe Europee. Ora, lo spagnolo sarebbe pronto a ripartire per cercare una nuova avventura e, secondo quanto riportato dal Daily Mail, quotidiano inglese, Inter e Juventus potrebbero incrociare i guantoni per contendersi l’incredibile qualità tecnica del classe 1991.

Particolare non di poco conto e che, certamente, non gioverebbe al buon esito delle trattative, riguarda l’onerosissimo ingaggio percepito da Thiago Alcantara al Liverpool: circa 12 milioni di euro netti a stagione. Presupposti, che potrebbero rendere più agevole un futuro in Arabia Saudita o in America, ma la voglia di tornare protagonista del centrocampista spagnolo potrebbe anche rimescolare le carte in tavola.

Oltre all’articolo: “Thiago Alcantara vuole ripartire: Italia nel futuro? Duello Juve-Inter”, leggi anche:

  1. Spurs, che inizio: il Tottenham di Postecoglou vola!
  2. Juan Miranda-Milan per cinque anni: Real Betis alle corde
  3. “Hey Jude”: l’assolo di Bellingham stende il Barcellona degli Stones
  4. Lingard, salta anche il trasferimento in Arabia Saudita
  5. Diavolo, che mal di gol: il Milan non abbandona Taremi
Articolo precedenteMontella: “Felice in Turchia; in Italia colpe non solo mie…”
Articolo successivoSuperLega, Perez rilancia la competizione: “È doverosa, per tutti”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui