Theo Hernandez sul suo futuro: “Al Milan mi sento molto bene. Sono contento della mia vita”

Qualche giorno fa era uscita un’indiscrezione sul Paris Saint Germain, a cui veniva accostato il terzino del Milan Theo Hernandez. Nonostante questi rumors però, il francese ha chiarito che non ha alcuna intenzione di cambiare aria. Il club rossonero, dal canto suo, lo considera imprescindibile e sarebbe disposto a cederlo solo per un’offerta fuori mercato.

THEO HERNANDEZ CHIARISCE IL SUO FUTURO AL MILAN

L’ex Real Madrid ha parlato alla rivista di moda ‘L’Officiel Arabia‘. Ecco le sue dichiarazioni, riportate da calciomercato.com:

“Mi sento molto bene al Milan. L’atmosfera, le gare, i tifosi, tutto è davvero incredibile. Vedremo cosa porterà il domani. Da un punto di vista personale, ho diversi progetti in corso. Sono molto contento della mia vita”.

Theo Hernandez è legato al Milan fino a giugno 2023 e, risolte le questioni più stringenti riguardanti i calciatori in scadenza tra un anno, si inizierà a parlare anche del suo possibile rinnovo di contratto e dell’adeguamento di un ingaggio attualmente fermo a 1,5 milioni di euro a stagione.

OLTRE A “THEO HERNANDEZ, MILAN?…”, LEGGI ANCHE:

Milan Calhanoglu: “Sono aperto a tutto”. Ma il rinnovo è ancora possibile

Sarri-Lazio, parla Sacchi: “Crea gioco e migliora i calciatori”

Atalanta, Percassi parla chiaro: “Romero è nostro. E su Koopmeiners…”

Tottenham Fonseca sarà il nuovo allenatore: pronto un triennale

Superleague: Uefa sospende il procedimento contro Juve, Real e Barca

La Juventus interessata ad Ospina, Audero o Cragno come vice Szczesny

Italia, Locatelli: “Abbiamo identità precisa, nelle difficoltà il gruppo sarà pronto”

Il Bologna piomba su Benatia: il difensore piace molto a Mihajlovic

Italia, Nesta: “Europeo? Fiducioso, Nazionale pronta a competere”

Sopic su Toma Basic: “E’ un centrocampista moderno box to box, sul Rudes e il Napoli…” – ESCLUSIVA EC

Futuro Hakimi, l’ agente: “non c’è l’ accordo con il PSG”

Articolo precedenteMilan Calhanoglu: “Sono aperto a tutto”. Ma il rinnovo è ancora possibile
Articolo successivoAi Mondiali il Pontedera: quando l’Italia sprofondò nella vergogna

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui