Manchester United-Manchester City, finale di FA Cup, dirà molto riguardo il destino di Erik Ten Hag sulla panchina dei Red Devils: Tuchel…

Pomeriggio cruciale per le sorti stagionali del Manchester United e, di conseguenza, per quelle di Erik Ten Hag, tecnico dei Red Devils che, nel corso della finalissima di FA Cup, contro il Manchester City di Guardiola, si giocherà tutte le chances di permanenza sulla panchina. Una partita, quella di Wembley e contro i rivali di sempre, che potrebbe risollevare la sponsa rossa di Manchester dagli Inferi di una stagione tremenda, con la squadra ottava in classifica, malgrado le folli spese sul mercato e fuori da ogni competizione europea della prossima stagione.

Ten Hag è finito sul banco degli imputati da tempo e gran parte del proprio futuro alla guida del club potrebbe essere rimesso in discussione da stasera, a risultato acquisito. Il contratto in scadenza nel 2025 non rappresenta una garanzia, da questo punto di vista e la società avrebbe intenzione di puntare su altri profili nonostante la buona media punti di 1,91 a partita conquistata dal tecnico nel corso dell’avventura a Old Trafford.

Stando a quanto riportato dai tabloid britannici, il Manchester United potrebbe puntare tutto su Thomas Tuchel, reduce dalla più che controversa esperienza al Bayern Monaco, costellata dalla vittoria della Bundesliga e da una stagione fallimentare, quella appena archiviata, soprattutto entro i confini nazionali. Quella a Manchester sarebbe la seconda esperienza in Premier League per il tecnico teutonico dopo la fortunatissima esperienza vissuta al Chelsea, suggellata con la conquista dell’ambita Champions League proprio nei confronti del Manchester City di Guardiola.

Tra i principali candidati per le nuove primarie stilate dai Red Devils per la panchina spunterebbe anche Roberto De Zerbi, tecnico bresciano che ha risolto consensualmente il proprio accordo con il Brighton e recentemente accostato al Milan per il post Pioli.

Articolo precedenteInter, l’agente di Lautaro: “Non parlerò con altri club”
Articolo successivoComo, per la porta obiettivo Audero

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui