spot_img
HomeSerieAJuventusSupercoppa italiana, Sarri: "Lazio avversario difficilissimo da affrontare"

Supercoppa italiana, Sarri: “Lazio avversario difficilissimo da affrontare”

-

Supercoppa Sarri Lazio – Domani alle 17.45 la Juventus di Sarri affronterà la Lazio nella finale della Supercoppa italiana. Una partita importantissima per entrambe le squadre, che negli ultimi anni si sono incontrate più volte in partite di questo calibro. L’allenatore bianconero è intervenuto in conferenza stampa. Di seguito le sue dichiarazioni riportate da tuttomercatoweb:

Come sta la squadra?
“Non so se siamo più avanti o indietro ma ultimamente in allenamento e partita mi sto divertendo. E se lo faccio, è perché la squadra gioca o tenta di giocare il calcio che ho proposto. L’obiettivo deve essere sempre utopico, essendo sempre scontenti avremo sempre modo di migliorare”.

I giocatori sono come i cavalli, gli schemi sono cavolate come dice Allegri?
“Spero solo non se ne accorgano i presidenti o i nostri salari subiranno tanto. Che un tecnico non debba stravolgere i giocatori per allenare se stesso sono d’accordo, che debba incidere su una squadra rispettando le caratteristiche dei giocatori va fatto. Sono opinioni personali”.

Come sente questa partita?
“Lo sento così: un trofeo in palio, una gara importante, a cui teniamo particolarmente. Abbiamo motivazioni, dentro la gara di campionato ci sono elementi che ci possono dare grandi motivazioni”.

La condizione degli infortunati.
“Chiellini viene da un ko traumatico che ha tempi prestabiliti e fino a febbraio non sarà a disposizione. Szczesny è rientrato due giorni fa, è a disposizione. De Sciglio sta bene. Ramsey e Douglas Costa sono rientrati, devono andare incontro a una condizione di crescita fisica. Adesso fuori abbiamo solo Chiellini e Khedira”.

La Juventus continua a subire gol.
“Nelle ultime tre partite abbiamo subito due gol di cui uno al 95′. Non prendiamo un gol ogni 5’… Stiamo facendo degli errori, stranamente abbiamo cambiato a livello di altezza difensiva ma prendiamo gol quando siamo bassi. Mi riesce difficile da capire, serve lavorarci sopra e migliorare”.

La Lazio.
“Non è una gara che darà un segnale al campionato, è un’altra storia lì. Nella gara secca è ancora più pericolosa: sono forti fisicamente e tatticamente, è incredibile che non sia in Champions. Ha uno dei centrocampi tra i più forti d’Italia, Immobile che ha fatto 16 gol in 17 partite, sono una grandissima squadra. E’ una gara difficilissima”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Torino su Schuurs: trattativa vicina alla conclusione

0
TORINO SU SCHUURS - Dopo quasi tre settimane dalla sua cessione alla Juventus, il Torino sarebbe molto vicino a trovare il sostituto di Bremer. Si...