STEFANO CAPOZUCCA Il campionato di calcio italiano è fermo in attesa della decisione che molto probabilmente verrà presa in settimana. Ma non mancano spunti di riflessione ed aneddoti. Stefano Capozucca, intervistato ufficialmente da Pianetagenoa183.net durante il Decameron Rossoblù, ha rilasciato importanti dichiarazioni sul suo passato al Genoa

STEFANO CAPOZUCCA L’ex ds si è prima concentrato sugli allenatori, in particolare su quelli non arrivati per diversi motivi, con nomi da dieci in pagella visto il loro palmares ottenuto negli anni successivi:

“Allenatori rimpianti? Sì, ne ho due. Uno è Antonio Conte, lo volevo a tutti i costi: me lo consigliò Stellini dopo l’esperienza al Siena, ma la proprietà aveva già scelto Malesani. Il secondo nome è Massimiliano Allegri: Preziosi lo voleva prendere dopo il Cagliari. Sarei stato molto felice di averlo qui. Infine c’è un terzo allenatore, di cui non rivelo il nome per correttezza, che avrei gradito al posto di Andreazzoli a inizio anno”

STEFANO CAPOZUCCA Inevitabile un commento su Gasperini che ha fatto la storia del club negli ultimi 10 anni e scritto pagine importanti in tema di successi:

“Gli voglio bene come un fratello, anche se in passato abbiamo litigato fino ad arrivare alle mani. L’occasione dello scontro fu l’eliminazione dalla Coppa Italia contro il Catania. Preziosi si arrabbiò perché, secondo lui, non schierò la migliore formazione per passare il turno. Il mister, furioso per questo, mi scaraventò addosso la scrivania dell’ufficio”

STEFANO CAPOZUCCA Poi ancora su Gasperini:

Toglieva la paura di perdere, su qualsiasi campo, da Milano a Torino. Ora speri di andare in trasferta e prenderne il meno possibile. Il suo Genoa era apprezzato ovunque perché era una squadra che andava a mille all’ora giocando bene”

 

LEGGI ANCHE

Mercato Juventus: il City non molla Gabriel Jesus, non basta Douglas Costa

Massimo Maccarone: “La Serie C non può ripartire. Chiesa e Zielinski valuteranno attentamente il loro futuro”

 

Articolo precedenteGenoa Marroccu: “Nicola resterà anche il prossimo anno”
Articolo successivoTardelli: “Chiellini? Io ho imparato il rispetto. L’odio crea odio”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui