[df-subtitle]Verona – Spezia: cronaca, tabellino e dichiarazioni zona mista[/df-subtitle]

Dall’inviato a Verona –

L’Hellas Verona capolista ospita lo Spezia nel turno infrasettimanale di Serie B, quinta giornata in programma fra oggi e domani. Liguri pungenti in avvio con il primo tiro firmato Okereke, respinge Silvestri dopo due minuti. Con il proseguo della partita, Hellas che controlla il gioco, gran possesso palla ma nessuna parata di Manfredini. Al 38′, ripartenza ospite e vantaggio di Soufiane Bidaoui ma nell’azione successiva, ci pensa Matos a riequilibrare il match ribattendo un tiro di Pazzini mal trattenuto dal portiere.

Nella ripresa, i quasi diecimila spettatori non assistono ad un grande spettacolo e la gara resta in equilibri fino al 77′ quando Matos fa l’assist a coronamento di una bella azione finalizzata da Zaccagni. Allora sí, i tifosi gialloblù possono gioire e far sentire ancora meglio il calore ai propri ragazzi, primi in classifica con 13 punti in sei giornate. Per lo Spezia, occasione finale con Mora, bravo Silvestri a salvare mentre l’ultimissima opportunità é di Tupta che sciupa il 3-1.

 

Verona: Silvestri; Balkovec, Caracciolo, Marrone, Crescenzi; Colombatto, Henderson (83′ Calvano), Gustafson (60′ Zaccagni), Matos, Laribi, Pazzini (65′ Tupta)

Allenatore: Fabio Grosso

 

Spezia: Manfredini; De Col, Terzi, Giani (82′ Galabinov), Crivello; Crimi, Maggiore (76′ Ricci), Mora; Gyasi, Okereke, Pierini (23′ Bidaoui)

Allenatore: Pasquale Marino

 

Ammoniti: Terzi, Colombatto

Arbitro: Marini di Roma 1

 

Parole del post gara

Fabio Grosso: “Gara difficilissima, a tratti ci hanno messo in difficoltà ma la squadra é stata brava e matura. Il pubblico lo conosco da poco ma é calorosissimo, generoso quando i giocatori danno tutto in campo. Nelle difficoltà vedremo come reagiremo perché sicuramente ci saranno, siamo ancora nella fase iniziale del campionato. Ripeto tutti i giorni ai ragazzi, importante chi inizia ma anche determinante chi entra. Ho tanti giocatori, tutti hanno le qualità per essere protagonisti. Oggi é stato importante pareggiarla nel primo tempo, di certo non meritavamo lo svantaggio: bella giocata di Pazzini, Matos ha grandissimi margini, va a corrente alternata ma sta facendo bellissime cose. Ora la Salernitana, campo difficile ma abbiamo le qualità per far bene se useremo le caratteristiche che abbiamo, senza mollare niente. Sarà un campionato combattutissimo, sarà importante presentarsi nella maniera giusta”.

Pierpaolo Marino: “Abbiamo fatto una buona gara, perdere così fa male, il nostro portiere non é mai stato impegnato. Peccato per i gol subiti, potevamo fare meglio. Per noi é una sconfitta immeritata. Come individualità, organico il Verona credo sia superiore a tantissime squadre, anche al Cittadella che fa leva sull’organizzazione e sanno giocare. Quattro squadre sono superiori a tutte, le altre sono Crotone, Benevento e Palermo”. 

 

Articolo precedenteOsvaldo: “Il calcio mi aveva tolto la libertà. Ai 150 addominali di Ronaldo preferisco l’asado”
Articolo successivoCara Roma ti scrivo….così mi distraggo un pò

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui