[df-subtitle]Verona – Pescara: cronaca e tabellino[/df-subtitle]

Dall’inviato a Verona –

L’Hellas Verona ritrova i suoi tifosi dopo lo sciopero nell’ultima gara interna contro il Palermo e affronta in una fredda serata allo stadio Bentegodi un Pescara terzo in classifica.

Abruzzesi subito pericolosi e Silvestri chiamato ad una doppia parata, mentre la prima occasione gialloblù arriva sui piedi Lee dopo la contestazione del pubblico con delle scritte “Buffone” indirizzata al presidente Setti. Al 14′, tiro di biliardo di Danzi ed é 1-0 Hellas.

Partita combattuta, il Pescara spinto dai suoi rumorosi tifosi trova un avversario concentrato e in palla: i pericoli  arrivano con Monachello prima e dopo il raddoppio del 39′ con il calcio di rigore di Samuel Di Carmine che vale il raddoppio veneto.

Nella ripresa, bastano cinque minuti per il 3-0 festeggiato anche da Grosso: autorete di Del Grosso per una bella vittoria scaligera. Al 67′,  gol della bandiera siglato da Mancuso e nel recupero, palo colpito da Di Carmine che si allunga bene ma é sfortunato.

[df-subtitle]Tabellino[/df-subtitle]

Verona: Silvestri, Empereur, Marrone, Dawidowicz, Ragusa (68′ Almici), Danzi (76′ Laribi), Gustafson, Zaccagni (85′ Henderson), Lee, Di Carmine, Matos

Allenatore: Fabio Grosso

Pescara: Kastrati; Balzano, Gravillon, Scognamiglio, Del Grosso; Machin (91′ Cocco), Brugman, Memushaj; Marras (53′ Palazzi), Monachello (82′ Antonucci)

Allenatore: Giuseppe Pillon

 

Ammoniti: Marrone, Gustafson (VER), Scognamiglio, Palazzi, Peppino (PES)

Arbitro: Daniele Minelli di Varese

 

Classifica prima del match:

Palermo 30
Brescia 27
Pescara 26
Lecce 26
Cittadella 25
Verona 22
Benevento 22
Perugia 22

 

Parole dalla sala stampa

Grosso: “Grande partita, molto contento della squadra. Abbiamo bisogno di queste prove, ritmo, intensità, creato occasioni, bene sotto tutti  punti di vista contro un avversario di qualità. Non dobbiamo accontentarci, ancora tanta strada avanti. Il voto é alto.

La rosa é numerosa, giovane, ci stiamo conoscendo, c’é bisogno del calore della gente per esprimersi, hanno dimostrato di tenere tanto alla maglia. Zacagni giovane di valore, complimenti a lui e a tutta la squadra.

Io cerco di trasmettere alla squadra, questa puó e deve crescere con il supporto della gente quando riconoscerà che stiamo dando tutto.

Questo é uno stadio che può creare l’atmosfera, cerchiamo di riportare la città il tifo dove merita.

Le scelte sempre per il bene della squadra, ho fiducia nel gruppo“.

Pillon: “Verona grande squadra, costruita bene, ora con i suoi valori ha messo a nudo le nostre pecche. Fino alla fine lotterà per andare su. Se passi in vantaggio, sarebbe diventata dura anche per loro. Il nostro atteggiamento in campo non spesso é stato positivo, noi dobbiamo migliorare per fare un buon campionato. Ogni partita é una battaglia questa serie B con 19 squadre“.

Articolo precedenteInter, Nainggolan: “Ho chiuso i rapporti con la Roma, Barella il mio erede”
Articolo successivoGenoa, Biraschi: “Amareggiati per quanto accaduto”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui