[df-subtitle]Verona – Perugia: cronaca, tabellino e dichiarazioni mixed zone[/df-subtitle]

Dall’inviato a Verona –

Dopo gli ultimi risultati – ultimo dei quali il pareggio nel derby veneto contro il Venezia – l’Hellas Verona vuole tornare alla vittoria e cerca il risultato pieno nella gara casalinga contro il Perugia, squadra guidata da Alessandro Nesta. Partita ancora sotto la pioggia dopo quella di domenica scorsa in Laguna ma pubblico partecipe da entrambe le parti, mentre in campo l’Hellas vuole trovare presto il gol del vantaggio ma alterna buone giocate in velocità ad altre dove é impreciso l’ultimo passaggio. Al 25′ il gol lo trovano gli umbri: contropiede veloce finalizzato poi con un bel pallonetto di Federico Melchiorri che supera Silvestri.

E’ un Perugia tosto, attento, che sbaglia pochissimo e sembra riuscire  a mantenere il risultato fino all’intervallo… fino al 42′ quando Liam Henderson con una bella pennellata su punizione sigla l’1-1.

Ripresa con il Verona che prova a mettere la freccia e riesce con uno strano colpo di testa dell’ex Samuel Di Carmine che rientusiasma il pubblico di casa. Pochi minuti dopo però, atterramento in area e rigore di Vido, parato da Silvestri che mantiene il risultato sul 2-1 scaligero. Seguono diverse opportunità per i ragazzi di Nesta ma nessuno che mette a rischio il risultato, salvo un doppio miracolo di Nicolas all’85’: tre punti per la squadra di Grosso che sale al secondo posto, un punto dietro al Pescara.

[df-subtitle]Tabellino[/df-subtitle]

Hellas Verona: Silvestri; Balkovec, Caracciolo, Marrone, Crescenzi; Zaccagni (55′ Davidowicz), Henderson (75′ Gustafson), Colombatto; Ragusa, Di Carmine, Laribi (70′ Tupta)

Allenatore: Fabio Grosso

Perugia: Gabriel, Felicioli (79′ Falasco), El Yamiq, Cremonesi, Ngawa (70′ Mazzocchi), Verre (86′ Bianchimano), Kingsley, Moscati; Vido; Melchiorri, Dragomir

Allenatore: Alessandro Nesta

 

Ammoniti: Colombatto, Falasco

Arbitro: Marinelli di Tivoli

 

Conferenze stampa

Alessandro Nesta: “Stufo di non raccogliere, sbagliato un rigore, abbiamo messo in difficoltà il Verona, squadra attrezzata per giocatori e staff. Ho riabbracciato Fabio, non ci vediamo mai. La B é molto equilibrata. Bisogna ritirare su la testa, crede in quello che facciamo, prima o poi arrivano. Non do colpa a nessuno, andiamo avanti“.

Fabio Grosso: “Siamo contenti di essere tornati alla vittoria in una partita complicata, difficile. Sono ragazzi bravi, giovani con ampi margini di miglioramento, tutti si allenano nella maniera giusta e avremo bisogno di tutti gli interpreti. La gara é stata iniziata bene sulla falsariga di Venezia, poi la mazzata alla prima vera occasione. Devi aspettare il momento giusto, senza perdere le distanze poi dopo i gol nel finale sono venute fuori le scorie, paura di ottenere il risultato pieno. Contento per Liam e Samuel. I tifosi sono di livello, ti incoraggiano e hanno voglia di tornare a festeggiare”.

Articolo precedenteMilan – Sampdoria: precedenti e statistiche
Articolo successivoAtalanta, Gasperini: “Dopo il gol è andato tutto bene, Ilicic fondamentale”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui