[df-subtitle]Verona – Palermo, cronaca e tabellino [/df-subtitle]

Dall’inviato a Verona –

In un clima di silenzio allo stadio Bentegodi per la protesta dei tifosi e la conseguente simbolica assenza dei sostenitori gialloblù, l’Hellas Verona ospita il Palermo primo in classifica per la tredicesima giornata di Serie B. Sotto la pioggia, al 24′ il primo tiro porta la firma di Di Carmine, a lato rispetto alla partita l’età difesa da Brignoli, mentre poco dopo é bravo e fortunato Silvestri in una deviazione bassa che salva il vantaggio rosanero. A svegliare una gara non eccezionale, ci pensa Di Carmine che finalizza una buona combinazione per il vantaggio veneto poco dopo la mezz’ora proprio sotto la Curva deserta , presente solo lo striscione “…Ecco il tuo bilancio” rivolto al Presidente Setti. Prima dell”intervallo, ci prova anche Zaccagni, parata sicura del portiere ospite.

Nella ripresa, la squadra di Grosso si avvicina al raddoppio con un colpo di testa che dá quasi l’illusione del gol, mentre la pioggia aumenta di intensità.

Con una vittoria, l’Hellas farebbe un importante balzo in avanti, accorciando la classifica nella parte alta e rendendo ancora più viva la lotta al vertice: al 67′, peró, riequilibra il match Rajkovic per l’1-1 finale.

Situazione parziale

Palermo 25

Pescara 22 **

Salernitana  21 **

Verona 19 **

Cittadella 19 * gioca domani

Lecce 19 **

** una gara in più

Hellas Verona: Silvestri; Crescenzi, Caracciolo, Marrone, Dawidowicz; Zaccagni (74′ Larimi), Empereur, Henderson; Matos (70′ Ragusa), Lee (84′ Pazzini), Di Carmine

Allenatore: Fabio Grosso

Palermo: Brignoli; Bellusci, Rajkovic, Rispoli (60′ Salvi) Haas; Jajalo, Aleesami, Falletti, Trajkovski (86′ Embalo), Nestorovski (77′ Puscas), Moreo

Allenatore: Roberto Stellone

 

Ammoniti: Bellusci, Lee

Arbitro: Di Paolo di Avezzano

 

Parole in conferenza stampa

Roberto Stellone: “Benissimo i primi venti minuti, subito un gol per errore nostro ma non ci siamo disuniti. Mi é piaciuto l’atteggiamento, non ci accontentavamo del pareggio. Se vai in vantaggio diventa un’altra gara…Il Verona ha comunque un ottimo organico, si riprenderà. La mia squadra ha le carte in regola per arrivare fino alla fine. Un buon punto in n campo difficile”.

Fabio Grosso: “Partita difficile come sapevamo contro un avversario in fiducia. A tratti abbiamo giocato con timore ma la squadra é arata super generosa. Pareggio contro un avversario di valore. Ero concentrato sulla partita, non siamo fluidi ma é difficile per tutti affrontare queste difficoltà, il gruppo é nuovo e fra le retrocesse siamo quella con più punti. Abbiamo ragazzi di qualità, bene Lee ma so cosa può fare. I giocatori li sto conoscendo, non mi hanno detto che a dicembre dovevo vincere il campionato. Io faccio l’allenatore, il gruppo dá sempre tutto, i valori sono importanti, tecnici e umani. Raramente mi é capitata una situazione del genere, queste cose vengono da lontano e c’erano i malumori anche quando si era in altre posizioni. Sono convinto di quello che faccio”.

Articolo precedenteCantone: “Cori razzisti? Giusto sospendere le gare, VAR a chiamata? Meglio incidere sul protocollo”
Articolo successivoBundesliga: il Bayer Leverkusen sorride grazie a Volland

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui