[df-subtitle]Verona – Lecce, cronaca, tabellino e dichiarazioni dalla zona mista[/df-subtitle]

Dall’inviato a Verona –

Anticipo della settima giornata di Serie B allo stadio Bentegodi dove l’Hellas Verona capolista ospita il Lecce, ritornato dopo sei anni a respirare campionati che contano.

Al 14′ miracolo di Vigorito sul tiro di Laribi a colpo sicuro, occasione che resta la più grossa del primo tempo insieme ad un’altra dello stesso giocatore in una gara che rimane combattuta ed equilibrata. Al 33′, ottimo anche Silvestri su Tabanelli che solo di testa pregustava già il vantaggio salentino. Allo scadere del primo tempo, gran sgusciata di Mancosu che mette in mezzo, La Mantia porta in vantaggio i suoi.

La ripresa si apre con un Hellas che vuole immediatamente pareggiare e ci prova anche con foga e qualche tiro affrettato. Pugliesi che impressionano per personalità e come sanno gestire le varie fasi della partita, riuscendo a controllare la prima parte di secondo tempo. Il Lecce va sul 2-0 con una botta di Mancosu, due come il secondo posto giallorosso in attesa delle gare di domani.

 

HELLAS VERONA (4-3-3): Silvestri; Crescenzi, Empereur, Marrone, Eguelfi (73′ Ragusa), Laribi, Colombatto, Dawidowicz; Matos (39′ Cissé), Pazzini, Lee (55′ Zaccagni)

Allenatore: Fabio Grosso

 

LECCE (4-3-3): Vigorito; Venuti, Bovo, Meccariello, Calderoni, Tabanelli (88′ Fiamozzi), Petriccione, Scavone (83′ Marino), Palombi, Mancosu, La Mantia (83′ Pettinari)

Allenatore: Fabio Liverani

 

Arbitro: Luca Massimi di Termoli

Ammoniti: Lee, Scavone, Petriccione

 

Parole dalla zona mista

Alessandro Crescenzi: “Sono fiducioso, siamo un buon gruppo, abbiamo qualità. Non dobbiamo appesantire la testa, stare rilassati“.

Fabio Liverani: “Ribattuto colpo su colpo, giocando a viso aperto, soffrendo, con intensità… continua il nostro percorso attraverso il gioco. Il Verona é costruita per vincere, il Lecce per arrivare velocemente alla salvezza. La squadra é consapevole, mi é piaciuta l’interpretazione. La vittoria dá tanto, euforia e concentrazione”.

Articolo precedenteBologna, Inzaghi: “Non voglio passi indietro contro il Cagliari ma una prova da squadra vera”
Articolo successivoPronostici 8° giornata Serie A

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui