Dall’inviato a Verona –

Dopo il discorso del presidente Maurizio Setti a tutto l’ambiente Hellas Verona, i gialloblú affrontano sotto la pioggia il Crotone penultimo in classifica per cercare la vittoria che manca da quattro gare.

Padroni di casa che cercano subito il vantaggio e dopo una grande occasione per Zaccagni, nessun pericolo per Cordaz nel primo tempo.

La ripresa, invece, colpo del Crotone: gol di Pettinari dopo cinque minuti che costringe il Verona a cambiare marcia. Pubblico che non gradisce lo spettacolo ma al 78′ pareggia Di Carmine. Il finale, complice la superiorità numerica é pro Hellas ma si resta sull’1-1. Il prossimo scontro diretto dei veneti contro lo Spezia potrà dire molto.

 

Hellas Verona: Silvestri; Faraoni, Bianchetti, Marrone, Vitale; Gustafson, Munari (13′ Colombatto), Zaccagni; Matos (50′ Tupta), Di Carmine, Di Gaudio (70′ Pazzini)

Allenatore: Fabio Grosso

 

Crotone: Cordaz; Vaisanen (24′ Curado), Spolli, Golemic, Sampirisi, Rohden, Benali, Barberis, Milic, Pettinari (66′ Molina), Machach (60′ Mraz)

Allenatore: Giovanni Stroppa

 

Ammoniti: Matos, Zaccagni, Marrone (VER)

Espulso: doppia ammonizione Rohden (CRO)

Arbitro: Marco Piccinini di Forlì

 

D’Amico (direttore sportivo Verona): “Si prova a vincere, il calcio é questo, subisci due tiri e prendi gol, vivendo una serata non serena. Siamo al di sotto delle nostre disponibilità, siamo convinti che con il lavoro otterremo i risultati. É al vaglio la situazione di tutti, più la mia e quella del mister piuttosto che i giocatori, andiamo avanti contro tutto e contro tutti. Nel calcio ci sono anche gli avversari, siamo stati bravi a riprenderla, combattiamo contro tutte le critiche fatte in maniera onesta“.

 

.

Articolo precedenteMilan – Cagliari: formazioni ufficiali
Articolo successivoSerie A, al Mapei Stadium finisce 0-3 per la Juventus

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui