Dall’inviato a Verona –

Sfida molto attesa per rivalità e alta classifica quella fra Hellas Verona e Brescia primo in classifica, seguito da un settore ospiti tutto esaurito che vuole spingere in massa le Rondinelle nella vicina trasferta veronese. La sfida, per molti il “derby del Garda” si accende al 13′ con una gran botta di Davide Faraoni che fa esplodere il Bentegodi ma non ammutolisce i tifosi lombardi. Il vantaggio dura poco perché va a segno Torregrossa, ex gialloblù che di testa batte Silvestri.

Botta e risposta, ad un’occasione del Brescia risponde Di Gaudio due volte attorno alla mezz’ora, opportunita sciupate in una partita accesa e combattuta. I ragazzi di Corini mettono la freccia prima dell’intervallo con una gran punizione di Martella.

Nella ripresa si va più piano ma solo apparentemente perché il Verona trova le forze di pareggiare ancora con Faraoni, bravo nel diagonale a superare Alfonso.

Partita che resta incerta, il Brescia si dimostra squadra forte e di personalità: l’Hellas regge e tiene testa, Tonali con una gran botta impegna Silvestri mentre i veneti non concretizzano alcune interessanti ripartenze.

La sfida fra la prima e la quarta della 31esima giornata di Serie B si chiude con il 2-2 fra Verona e Brescia, stesso risultato di qualche anno fa.

HELLAS VERONA: Silvestri; Bianchetti, Dawidowicz, Empereur, Balkovec; Faraoni, Gustafson, Zaccagni (77′ Danzi), Lee, Pazzini (87′ Laribi), Di Gaudio (57′ Di Carmine)
Allenatore: Fabio Grosso
BRESCIA: Alfonso; Sabelli, Cistana, Romagnoli, Martella, Bisoli, Tonali, Ndoj, Spalek; Torregrossa, Donnarumma (77′ Dall’Oglio)
Allenatore: Eugenio Corini

 

Ammoniti: Tonali, Faraoni, Empereur

Arbitro: Francesco Fourneau di Roma

 

Pillole dalla mixed zone

Torregrossa: “Non era facile, alla fine riusciamo in ogni partita a portare via qualcosa. Le due settimane di riposo mi avevano fatto bene”.

Faraoni: “Bella serata, grande prestazione del gruppo, purtroppo é mancato quel qualcosina in più per portare a casa qualcosa di più. Mi faccio trovare pronto, se voglio fare qualcosa di importante nella mia carriera, deve passare per la continuità. Continuiamo con questa testa e cerchiamo di portare a casa più punti possibili”.

Articolo precedenteNapoli, Milik a DAZN: “I tifosi europei parlano, ma io non mi sento sottovalutato”
Articolo successivoSerie A, Milan-Udinese: Donnarumma lascia il campo dopo dieci minuti

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui