Dall’inviato a Verona –

Serie B in campo a Pasquetta e appuntamento importante per l‘Hellas Verona che affronta oggi il Benevento e sabato in trasferta il Pescara, due scontri diretti molto significativi in chiave playoff. Una vittoria odierna permetterebbe ai gialloblù di scavalcare in classifica i campani, seguiti dai calorosi tifosi che si fanno sentire anche per via delle poche presenze complessive oggi allo stadio Bentegodi.

Al 12′ ospiti vicini al gol: Armenteros chiama alla parata Silvestri, in ribattuta Massimo Coda spreca un vantaggio già fatto. Verona che prova con insistenza a sbloccare la gara ma ogni tiro e percussione viene stoppata o rimpallata, azioni che nascono sulle fasce con Lee e Matos. Prima dell’intervallo, con un tiro secco e preciso di Coda  vanno avanti. Nella ripresa, subito nuova doccia fredda: ancora Coda a rete. Hellas anche sfortunato che non riesce a concretizzare diverse palle gol con Bianchetti di testa e Zaccagni, pubblico che contesta il Presidente ma incoraggia la squadra negli ultimi venti minuti di partita. Nel recupero, ancora Coda su calcio di rigore: gran vittoria e pesante risultato per i veronesi.

 

Verona: Silvestri; Bianchetti, Dawidowicz, Marrone, Vitale; Faraoni, Danzi, Zaccagni (76′ Henderson); Matos (60′ Di Gaudio), Pazzini, Lee (70′ Laribi)

Allenatore: Fabio Grosso (in panchina Mauro Carretta)

 

Benevento: Montipò, Maggio, Antei, Caldirola, Improta (1′ st Letizia), Del Pinto (55′ Tello), Viola, Bandinelli (70′ Bonaiuto) Ricci, Coda, Armenteros

Allenatore: Cristian Bucchi

 

Ammoniti: Danzi, Del Pinto, Pazzini, Ricci

Arbitro: Luigi Nasca di Bari

 

Pillole dalla mixed zone

Bucchi: “La partita con il Palermo ci aveva detto pur con la sconfitta che se la squadra si esprime ai suoi livelli… continuando cosí, con coraggio, qualità  determinazione possiamo raggiungere i nostri obiettivi. Siamo venuti qui per fare una partita di attacco, stiamo creando un grande calcio, abbiamo avuto tante occasioni nitide, in questo dobbiamo essere più cinici. É un momento dove tutti stanno bene, pensiamo a noi”.

Coda: “Contento, prima tripletta in carriera, poi in un campo difficile e contro una diretta concorrente. Sono rimasto e sono contorto fin essere vicino a certe cifre, serviva un attaccante”.

Maggio: “Contenti del risultato e della prestazione, abbiamo qualità e voglia per giocarci tutto fino alla fine. Stanno arrivando i risultati, non vorrei aver rammarico nel futuro e cerchiamo di chiudere il campionato nel miglior modo possibile. É un campionato difficile, puoi perdere con l’ultima in classifica e fare risultato con le prime. C’è l’ambiente, staff, tifosi, ho fatto la scelta giusta“.

Per il Verona, silenzio stampa fino a nuove comunicazioni.

Articolo precedentePremier League: Il Liverpool non molla, sconfitte per United e Arsenal
Articolo successivoPremier League: Pogba-United, tifosi ai ferri corti con il francese

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui