C’è tanta attesa per questo derby alla stadio “Pierluigi Penzo” tra Venezia e Padova. La squadra di Bisoli è reduce dal netto successo sul Verona per 3-0, mentre i lagunari dall’1-1 in casa dello Spezia.

Nei primi minuti le formazioni in campo si studiano. Il primo susslto arriva al 4′ con pericoloso calcio di punzione di Schiavone, che Minelli devia in angolo, ma sugli sviluppi del corner il Venezia passa in vantaggio con un tiro da fuori di Segre.

Gli arancioneroverdi creano di più, con il Padova che punta solo sulle ripartenze. Di qui al 17′ non succede nulla di rilevante, quando Bonazzoli ci prova con una debole conclusione che non crea alcun pericolo a Vicario. Il Venezia pressa molto sulla fascai sinistra, in particolare con il terzino Garofalo.

Al 24′ calcio di punizione da posizione interessante oer la squadra di Zenga: a tirare è sempre Schiavone, ma Minelli devia con i pugni. Al 30′ il Padova ottiene il suo primo corner, dopo un tentativo di testa di Mbakogu, e dopo l’assist di Bonazzoli il difensore Andelkovic, ex della partita, ha un’ottima chance, ma tenta il colpo di tacco e Vicario fa buona guardia.

Al 42′ pericolo per il Padova, con un colpo di testa di poco alto di Di Mariano su cross del sempre presente Garofalo. Poco dopo punzione per i biancoscudati verso l’area avversaria: sul pallone va Bonazzoli, ma la sua conclusione centra in pieno la barriera.

Si chiude così il primo tempo, con i lagunari meritatamente in vantaggio. Nella ripresa Bisoli, per dare maggiore offensività, inserisce Clemenza al posto di Mazzocco. Ma i padroni di casa sono subito aggressivi, e un cross di Garofalo scheggia la traversa. E al 67′ Di Mariano si rende pericoloso con un colpo di testa sugli sviluppi di un calcio di punzione.

Mentre al 71′ Clemenza impegna la difesa veneziana che si salva in calcio d’angolo. E all’80’ Padova vicino al gol con un’azione pericolosa, e un giocatore del Venezia salva sulla linea.

Ma all’85’ ecco il gol del pari, da un calcio di punizione, Trevisan infila Vicario con un perfetto tiro al volo e angolato da fuori area.

Sembra finita, ma nei minuti di recupero rigore per il Venezia per fallo di mano: calcia Di Mariano e segna: 2-1. Il giocatore arancioneroverde è espulso poco dopo per un brutto fallo.

Termina così, con i lagunari che portano a casa il derby.

Articolo precedenteChievo – Fiorentina, Il post. Di Carlo: “Che prova, ma il Var…”. Antognoni: “Avversario determinato, Chiesa trascinatore”
Articolo successivoAtalanta – Roma 3 – 3, pari amaro per Di Francesco e la Roma

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui