Stadio EC, Sampdoria Genoa: 2-0, Grifone deludente

Stadio EC, Sampdoria Genoa: 2-0, Grifone deludente

Nulla da fare, il Genoa getta alle ortiche anche l’ultimo obiettivo stagionale rimasto, quello del derby. Finisce 2 a 0 per la Sampdoria che si aggiudica con merito il match. E’ vero, c’è ancora una salvezza tutta da conquistare per i rossoblù (anche se manca poco), ma provare a vincere contro la Sampdoria avrebbe permesso al Genoa di mettere una pezza su questa stagione deludente per diversi motivi.
Grifone che ancora una volta finisce in dieci uomini, è la terza gara di fila: quasi tutta la ripresa giocata in inferiorità numerica per il rosso a Biraschi.
I tifosi si aspettavano una vittoria, tre punti che mancano ormai da tre anni contro i blucerchiati: l’ultima volta fu mister  Gasperini a portarsi a casa la partita più importante della stagione. Ma con un tiro in porta pericoloso in tutto il match è veramente difficile provare a rimettere in piedi la partita.
Al Ferraris si è vista una Sampdoria superiore dal punto di vista tecnico: al Genoa sono mancati precisione, qualità e grinta. L’impegno c’è stato ma serviva di più.
La formazione di Giampaolo si porta così a 48 punti, alimentando ancora speranze europee dopo la sconfitta della Lazio ed il pari del Torino. Genoa che resta a 34 punti.
Tutto esaurito al Ferraris, grande spettacolo sugli spalti per il derby più bello d’Italia: coreografie mozzafiato e tifo incessante per tutta la gara.
Al via dopo tanta attesa il 118esimo Derby della Lanterna. Prandelli si affida allo stesso modulo di Napoli con in campo questa volta Romero (al San Paolo era squalificato). Conferme dal 1′ anche per Biraschi, Bessa e Pandev, autori di una grande prestazione la scorsa settimana.
Giampaolo si affida a Sala in difesa, in avanti il tridente Ramirez Quagliarella e Defrel.
Partono subito forti le due squadre, Koumè al 1′ si accentra, conclusione dal limite di sinistro, pallone a lato di un niente. Risponde subito la Sampdoria con Linetty, Radu respinge in angolo. Corner dei blucerchiati, Quagliarella mette in mezzo il pallone, Defrel da pochi passi spedisce in rete. Sampdoria 1 Genoa 0, quando siamo giunti solo al terzo minuto.
Sampdoria che controlla al meglio la partita, Genoa che fatica ad imbastire un’azione di gioco palla a terra. Alla mezz’ora blucerchiati vicini al raddoppio: pallone di Murru messo in area, arriva Praet che si coordina, il suo tiro finisce sul’esterno della rete dando l’illusione del gol. Al 36’esimo Biraschi toglie dalla linea di porta il pallone salvando il Genoa dal possibile secondo gol della Sampdoria: un rimpallo favorisce Quagliarella il cui tiro viene salvato in corsa dal difensore rossoblù che si riscatta dopo aver perso il numero 27 blucerchiato qualche secondo eri
Si sveglia il Grifone, conclusione al 38esimo di Veloso da fuori area, pallone deviato in angolo da Audero.
La prima frazione di gioco si chiude con la Sampdoria in vantaggio, abile a sfruttare un’indecisione in difesa del Genoa. Rossoblù poco reattivi dopo lo svantaggio, la formazione di Prandelli fatica a costruire e a giocare palla a terra, troppo basso il ritmo.
Nella ripresa i blucerchiati trovano il gol del raddoppio su calcio di rigore al settimo: Biraschi colpisce il pallone con la mano in aerea nel tentativo di portar il pallone a Defrel. Calvarese non ha dubbi, penalty per i padroni di gara e rosso diretto per Biraschi. Dal dischetto lo specialista Quagliarella non sbaglia.
Pochi minuti dopo dubbia azione in area di rigore della Sampdoria, Pandev cade a terra dopo uno scontro con Ekdal, il direttore di gara lascia proseguire. Il macedone pochi minuti dopo reclama un altro rigore, ma viene ammonito per proteste.
Ramirez al 20esimo sfiora il tris, ci mette una pezzo Romero che devia il pallone in angolo. Prandelli mischia le carte, dentro Sanabria e Lerager, fuori Kouamè e Rolon.
Al 24’esimo Pandev di tacco va vicinissimo al gol del 2 a 1, la sfera sfila di un niente a lato. Alla mezz’ora dentro Favilli, fuori Bessa, ultima mossa di Prandelli.
La scossa non arriva, la Sampdoria controlla partita, Genoa sempre impreciso nel costruire. Attacco poco pericoloso nonostante Sanabria e Favilli entrati.
Finisce 2 a 0 per i blucerchiati, Samp in trionfo Genoa sconfitto nonostante un tifo incessante della Gradinata Nord che non ha mai fatto mancare il suo apporto. Finisce con la contestazione della Nord a Preziosi, esulta invece la Sud. 

IL TABELLINO DELLA PARTITA

SAMPDORIA 2
GENOA 0
Reti: 3′ Defrel, 7′ st Quagliarella (rig.)

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero, Sala (37′ st Bereszynski) Andersen Colley Murru, Praet Ekdal Linetty (12′ st Jankto), Ramirez, Quagliarella Defrel (25′ st Gabbiadini). All. Giampaolo

GENOA (3-5-2): Radu, Birashi Romero Criscito, Pereira Veloso Bessa Rolon (8’st Lerager) Lazovic, Pandev Kouamè (27′ st Sanabria). All. Prandelli

Arbitro: Calvarese
Note: ammoniti Criscito, Linetty, Romero, Pandev, Veloso, Lerager. Espulso al 6′ st Biraschi

Vuoi essere il primo ad essere informato sulle operazioni di mercato ?

Non ti preoccupare niente SPAM , lo odiamo quanto te. 🙂


About author

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *