[df-subtitle]Il Padova ci prova molto nel finale, ma l’Ascoli resiste: finisce 2-1 per i marchigiani[/df-subtitle]

Gara da non sbagliare per il Padova, chiamato davvero all’ultima spiaggia. L’avversario è l’Ascoli, e l’unico risultato a disposizione è la vittoria.

La prima occasione capita all’Ascoli al 9′ con un tiro da fuori di Casarini, il quale non inquadra però la porta. Sul ribaltamento di fronte ci prova Serena, ma anche la sua conclusione dalla distanza termina a lato. Al 15′ Capello, su passaggio di Clemenza, tira nella porta marchigiana, ma Lanni blocca senza problemi.

Al 19′ primo angolo della partita, ed è a favore dei bianconeri, sugli sviluppi del quale Minelli nega il gol a Rosseti su colpo di testa dello stesso numero 10 ospite. Al 22′ un tiro di Calavano esce di poco a lato. Otto minuti dopo Lollo imposta un’ottima azione offensiva, a tirare è Bonazzoli, ma anche stavolta Lanni fa buona guardia.

Al 39′ contatto in area del Padova e all’Ascoli viene concesso un calcio di rigore. Dal dischetto si presenta Ninkovic: Minelli intuisce, ma la conclusione è precisa e angolata: 1-0 per i marchigiani.

Ma tre minuti dopo il Padova pareggia subito con Capello, che infila Lanni dopo un perfetto assist di Lollo. Sessanta secondi dopo è Clemenza a sfiorare il raddoppio.

La ripresa è sin da subito accesa, e al 57′ l’Ascoli passa nuovamente in vantaggio con Ninkovic, che su una ripartenza salta Minelli e insacca. Tutto da rifare per i biancoscudati.

Al 65′ Centurioni inserisce Baraye per dare più spinta offensiva. E al 74′ lo stesso ex Parma ha un’ottima chance di testa, ma il pallone in inquadra la porta.

Il Padova continua a pressare e ci prova, ma i bianconeri non corrono pericoli. All’86’ i biancoscudati vanno ancora vicini al gol, ma l’Ascoli si salva con anche un po’ di fortuna.

L’arbitro concede 5 minuti di recupero, ma il risultato non cambia: a avere la meglio sono i marchigiani.

 

PADOVA (4-3-1-2): Minelli; Morganella, Ravanelli, Cherubin, Trevisan (75′ Ceccaroni); Serena (65′ Baraye), Calvano, Lollo; Clemenza (72′ Mbakogu); Bonazzoli, Capello. All.: Centurioni

ASCOLI (4-3-1-2): Lanni; Laverone (85′ Cavion), Padella, Valentini, Rubin; Addae, Casarini, Frattesi; Ninkovic; Ciciretti, Rosseti (75′ Ganz). All.: Vivarini

Arbitro: Pezzuto (ITA)

Reti: 40′ rig. Ninkovic, 43′ Capello (P), 57′ Rosseti (A)

Articolo precedenteSerie A, Milan-Udinese 1-1, Tudor: “Punto importantissimo. Complimenti ai miei ragazzi”
Articolo successivoLa Juventus in scioltezza a Cagliari: apre Bonucci e chiude Kean

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui