[df-subtitle]Chievo – Sassuolo, cronaca e tabellino[/df-subtitle]

Dall’inviato a Verona –

Dopo le sconfitta casalinga contro l’Atalanta e quella in trasferta a Cagliari, il Chievo Verona del mister Gian Piero Ventura ritorna allo stadio Bentegodi nella prima delle due sfide interne contro squadre emiliane, Sassuolo oggi e Bologna domenica prossima.

Buona partenza veneta che prova a scrollarsi paure ed insicurezze, sebbene la gara non offre occasioni da rete nei primi quindici minuti, fino alla punizione di Berardi di poco alta. Gran possesso palla, poca velocità ed una seconda parte spezzettata sono gli elementi che porterebbero all’intervallo sullo 0-0… se Di Francesco non spezzasse l’equilibrio con un tiro preciso che porta in vantaggio i neroverdi.

Nella ripresa, ancora bene il Chievo nell’impegno e nella volontà di trovare il pari ma nessun vero pericolo per Consigli, inoperoso tutto il match. Nel finale, assalto clivense, due parate importanti di Sorrentino ma nella seconda, autorete di Giaccherini che conclude la sfida.

Con questa vittoria, il Sassuolo é al sesto posto solitario: il Chievo Verona resta ultimo con ancora nessuna vittoria in undici partite, zero punti su tre gare con in panchina Ventura.

[df-subtitle]Tabellino[/df-subtitle]

Chievo: Sorrentino; Depaoli, Bani, Rossettini, Jaroszynski; Kiyine (53′ Meggiorini), Radovanovic, Obi (70′ Tanasijevic), Birsa; Stepinski, Giaccherini

A disposizione: Seculin, Semper, Cesar, Hetemaj, Burruchaga, Grubac, Leris, Pellissier

Allenatore: Gian Piero Ventura

 

Sassuolo: Consigli, Marlon, Ferrari, Rogerio, Lirola; Sensi, Magnanelli, Duncan (62′ Magnani), Di Francesco (78′ Locatelli), Boateng (68′ Matri), Berardi

A disposizione: Pegolo, Lemos, Peluso, Dell’Orco, Adjapong, Djuricic, Sernicola, Brignola, Trotta

Allenatore: Roberto De Zerbi

 

Ammoniti: Obi, Kyine, Depaoli (CHI), Ferrari, Berardi (SAS)

Espulso: Tanasijevic

Arbitro: Gianluca Aureliano di Bologna

 

PAROLE DALLA MIXED

Di Francesco: “Chievo ci ha sorpreso, squadra viva che ci ha messo in difficoltà. Vittoria importante, sono contento, oggi concreti. Continuiamo a lavorare giorni dopo giorno, vogliamo migliorarci”.

De Zerbi: “Il Chievo ha giocatori importanti, si giocava una fetta di campionato, gara difficile ma meritata. Se é come quella di oggi, é un Chievo vivo, serve forza mentale strepitosa e trovare motivazioni dentro se stessi. La gara con la Lazio potrà farci fare il salto di qualità, quella di oggi é una di quelle gare che se non la sblocchi…”

Magnanelli: “Qui mai stata partita facile, oggi la nostra é stata quasi perfetta. Berardi ha fatto una partita importante, un pó sfortunato, spero il gol se lo tenga per domenica. Siamo entrati nelle idee del mister, importante l’atteggiamento, prepariamo al meglio la gara con la Lazio non timorosi“.

De Paoli: “Partita positiva, nessun punto ma il mister ci ha chiesto delle cose e le abbiamo fatte. Nel primo tempo abbiamo concesso solo un tiro e subito il gol, tra gli infortunati e i gol che non arrivano… é un momento un pó così. Da dopo Cagliari stiamo migliorando, il mister ci ha fatto i complimenti per l’interpretazione. Serve più cattiveria sotto porta.  Non dobbiamo guardare la classifica, stiamo gettando le basi per il futuro, come ha detto il mister. Lui mi ha dato tanta fiducia e voglio ripagarla”.

 

Articolo precedenteNapoli-PSG, il doppio ex Lavezzi: “Porto entrambe le squadre nel cuore, ho un solo grande rimpianto…”
Articolo successivoDoppio Immobile, Cataldi e Parolo: poker della Lazio alla Spal

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui