[df-subtitle]La partita è molto equlibrata sin dall’inizio, ma a decidere le sorti del match è un contropiede dei campani ben capitalizzato da Improta. Padova sempre più ultimo[/df-subtitle]

C’è un po’ di nebbia allo stadio “Euganeo”, ma la partita tra Padova e Benevento si gioca regolarmente. Per  biancoscudati, ultimi in classifica, si tratta di una gara fondamentale, anche per le sorti del tecnico Foscarini: la squadra è reduce da quattro ko di fila, e un’ulteriore sconfitta potrebbe costare cara all’allenatore.

Al 7′ sono però i campani a rendersi pericolosi, con un tiro di Coda che sfiora il palo. Verso l’11’ si fa vedere anche il Padova, co l’attacco che crea problemi a Montipò, ma la squadra di Bucchi si salva.

In questo primo scorcio di gara, sono comunque i padroni di casa a mostrare maggiore grinta. E al 17′ l’estremo difensore giallorosso deve uscire dalla porta per salvare il risultato da una pericolosa incursione di Mazzocco. Tre minuti dopo calcio dipunizione da posizione interessante per il Padova tirata da Pulzetti, ma Montipò blocca senza problemi.

Al 25′ pericolosa incursione sulla fascia sinistra del Benevento con Bandinelli, ma nessun attaccante della squadra di Bucchi arriva sul cross rasoterra del giocatore. Poco dopo occasione del Padova con Broh, ma il tiro da fuoriarea del giovane centrocampista termina alto.

E al 31′ Padova ancora pericoloso, ma il tiro di Serena finisce alto. Il risultato non si sblocca. Ma al 36′ il Benevento sfiora il vantaggio: l’ex Improta sbaglia a porta sguarnita il tap-in su una respinta di Merelli.

Al 39′ Foscarini è costretto al primo cambio: fuori l’infortunato Serena e dentro Pinzi. E poco dopo i campani vanno di nuovo vicini al vantaggio, con un colpo di testa di Tello che finisce di poco a lato su cross di Improta.

Nella ripresa il primo squillo è del Padova con un cross di Contessa, ma Mobtipò blocca senza alcun rischio. La partita è ora molto equilibrata. Al 57′ altro calcio di punizione da posizine interessangte per il Padova: calcia Contessa, ma non nasce nessuna azione pericolosa.

Bucchi sostituisce Bonaiuto con Ricci. Al 62′ corner per il Padova dopo una conclusione deviata di Pulzetti. Al 76′ Foscarini inserisce Marcandella al posto di uno spento Bonazzoli.

Ma all’80’, a seguito di un contropiede, il Benevento si porta in vantaggio: a infilare Merelli è Improta, solo davanti al portiere biancoscudato. E’ doccia fredda all'”Euganeo”.

Al 91′ il Padova va vicinissimo al pari con Capello, ma l’attaccante biancoscudato non centr al porta.

Di lì alla fine non succede più nulla: i campani ottengono un successo fondamentale, i biancoscudati, alla quinta sconfitta consecutiva, sono sempre più ultimi a 11 punti.

 

IL TABELLINO

PADOVA (3-5-2): Merelli; Cappelletti, Ceccaroni, Capelli, Mazzocco (84′ Chinellato), Broh, Serena (39′ Pinzi), Pulzetti, Contessa; Bonazzoli (76′ Marcandella), Capello. All.: Foscarini

BENEVENTO (3-5-2): Montipò; Volta, Antei, Di Chiara; Letizia, Tello, Del Pinto, Bandinelli, Improta; Buonaiuto (59′ Ricci), Coda. All.: Bucchi 

Arbitro: Ros (ITA)

Ammoniti: Di Chiara, Volta, Letizia, Del Pinto (B), Contessa, Pulzetti (P)

Articolo precedenteSerie A: gli squalificati in vista della 19^ giornata
Articolo successivo19^ giornata di Serie A, verso Juventus-Sampdoria: le probabili formazioni

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui