Spezia senti Saponara-  Per il fantasista, Spezia è l’ennesima chiamata importante; Saponara è dotato di un gran talento e l’ha sempre dimostrato in Serie A. Sin dai tempi del Milan, nessuno ha mai messo in discussione il valore del ragazzo. Oggi con la maglia dello Spezia sembra aver trovato la sua identità e la sua forma migliore; dopo il suo girovagare in molte squadre diverse.

Spezia senti Saponara

Intervistato da La Nazione, Riccardo Saponara ha parlato anche del suo passato in rossonero.

SPEZIA – “Purtroppo, a seguito della pandemia, ho conosciuto poco gli spezzini. Della città ho subito avuto una bella impressione anche se non l’ho girata molto. Vivo in centro, mi trovo bene. Di sicuro metterò a disposizione di questa gente le mie qualità calcistiche e umane”.

VITA PRIVATA – “Non mi piace sbattere in pubblico la mia vita privata, anche se poi si trova molto di essa sui media visto che sono un calciatore e la mia ragazza, Andreea Sasu, è una modella di alto livello”.

IL MILAN – “Sono rimasto il ragazzo con gli stessi valori che avevo a 21 anni. È chiaro che oggi conduco una vita che non sarebbe stata possibile se non fossi approdato così in alto, le belle cose della vita sono arrivate grazie a questa opportunità. È altre sì vero che all’epoca, quel balzo in avanti, mi spaventò piuttosto che aiutarmi, non ero pronto per il grande salto al Milan, non avevo ancora il carattere per impormi”.

 

LEGGI ANCHE:

  1. Napoli, Gattuso: “Granada atipica, sarà difficile in emergenza ma nessun alibi”
  2. Manchester, Greenwood rinnova con lo United: le sue parole
  3. Rinnovo Ibrahimovic e non solo, parla Gazidis: “Se gioca così, perché non continuare?”
  4. Barcellona, Koeman: “Non sarà Messi vs Mbappé ma abbiamo bisogno di loro nella miglior forma”
  5. Verona, Juric: “Parma lavora in maniera interessante, se non sei giusto rischi con tutti”
  6. Napoli con Gattuso: la sua squadra ha dimostrato di essere con l’allenatore
  7. Verona, Sturaro: “Trampolino di lancio per la mia seconda parte di carriera”
  8. Juventus, Bonucci: “Gattuso uomo vero, non credo alla crisi. Dobbiamo essere da esempio ma a volte…”
  9. Fiorentina, Commisso: “Il futuro è oggi, non c’è più tempo e bisogna vincere”
Articolo precedenteMercato in uscita Verona: tutti pazzi per il centrocampista Barak
Articolo successivoEuropa league: Il punto sulle italiane e gli altri risultati della serata di ieri

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui