Eduardo Macìa si è presentato quest’oggi in veste di nuovo Chief Football Officer dello SpeziaUn aggiunta molto importante per la società ligure, che accoglie un ex dirigente di alcuni club importanti, tra cui Bordeaux, Valencia e soprattutto Liverpool.

SPEZIA, ECCO MACIA: “OPPORTUNITA’ STIMOLANTE, VOGLIAMO CRESCERE”

Le sue prime parole: “Il mio primo impatto è il motivo per cui sono qui. Ho colto fin da subito l’opportunità stimolante di contribuire a costruire il futuro di questo Club e indirizzare i prossimi passi per elevarne il pedigree: facendo un esempio automobilistico, attualmente siamo nella F1 del calcio, abbiamo una vettura con buone basi e ora dobbiamo concentrarci per svilupparla insieme.

Su Gotti: “Abbiamo avuto un primo colloquio positivo, nel quale ho voluto in primis esprimere la mia fiducia nei suoi confronti, trasmettergli serenità e sottolineare quanto sia importante far crescere la squadra attraverso il suo lavoro”.

Sulla rosa: “Molte volte penso all’esperienza come a un pettine che qualcuno ti dà quando sei calvo. A volte l’esperienza ti fa rimanere nel passato, replicando gli errori perché pensiamo che qualcosa che hai fatto bene cinque anni fa funzioni anche oggi. Voglio crescere giovani pronti a giocare al fianco di giocatori con un alto livello di intelligenza, una buona comprensione del gioco e un approccio competitivo”.

Sulle differenze o somiglianze tra Spezia e Liverpool: “Il calcio è fatto di sfide, e bisogna capire cosa significa quella parola a seconda del club in cui si lavora. Ci sono differenze evidenti tra gli obiettivi del Liverpool, del Valencia o della Fiorentina e quelli dello Spezia.”

Sui tifosi: “In termini di comportamento mostrano qualcosa di simile alla passione di quelli del Liverpool hanno sempre portato in tutti gli stadi. Entrambe le città e le persone hanno delle similitudini: il porto, si trovano nella parte nord-occidentale del Paese, il calore che portano alle partite i tifosi e il sostegno che danno ai giocatori. In questa città i tifosi sono davvero orgogliosi del loro Club e questo l’ho visto anche in passato quando sono venuto all’Alberto Picco”.

 

OLTRE A “SPEZIA MACIA” LEGGI ANCHE:

Articolo precedenteBenevento, Cannavaro in pole per la panchina se salta Caserta
Articolo successivoInfortunio Theo Hernandez: le novità dalla Francia

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui