Si avvicinano gli Europei 2024 in Germania e Luciano Spalletti, ct dell’Italia ne ha parlato ai microfoni Sky Sport in occasione del premio Cesarini a Jesi. Così il mister toscano:

Dobbiamo farci trovare pronti, viviamo questo entusiasmo e partecipazione che c’è in Italia, il volerci aiutare e siamo felici di portare questo sentimento nel rettangolo di gioco. Aspiriamo al nostro ritorno di farci dire dagli italiani che sono orgogliosi di noi. Questa appartenenza a questi colori, a questa Nazione, a questa maglia e dobbiamo essere all’altezza di quelle persone che sono anche all’estero lottando, sacrificando… dobbiamo essere al meglio di noi stessi“.

Riflessioni al termine della Serie A 2023/24:Ho visto tante cose fatte bene, complimenti al Bologna, all’Atalanta, alla Roma, un calcio importante, l’Inter che ha vinto meritatamente e per noi diventa fondamentale perché è il blocco squadra che portiamo in Nazionale; dispiace per il Frosinone e Di Francesco, la retrocessione è stata non giusta verso una squadra che ha fatto un buonissimo calcio e una società molto seria ma anche Empoli e Udinese meritano di stare ai massimi livelli. A volte il calcio ti penalizza“.

Il campionato del Napoli e l’eventuale panchina affidata ad Antonio Conte:Un allenatore molto esperto, sono rimasto sorpreso perché ha una grande squadra e grandissimi campioni, non so quello che sia successo. Cambiare tre allenatori poi qualche problema lo crea, dover assimilare ogni volta e mi dispiace quest’anno non sia entrato nelle competizioni europee. De Laurentiis? Di cose ne sa molte, mi sono messo ad ascoltare e ha fatto degli ottimi risultati se si parla di gestione totale, ci sarà da scegliere alcuni momenti per relazionarsi con lui“.

Su Scamacca:Non sono sorpreso, l’ho fatto giocare contro l’Ucraina, l’Inghilterra… è quello che ci si aspetta da lui, bisogna restituire questo dono che ti è stato concesso di vestire questa maglia e vivere questa competizione. Sarà importantissimo, ringrazio Gasperini per il suo lavoro perché poi ultimamente ha fatto cose importanti“.

Spalletti conclude: “Sono in Paradiso, non a Coverciano e tenterò di dare il meglio di me stesso. Andranno messi in chiaro dei punti, poi abbiamo calciatori forti da far diventare squadra e sono convinto che possiamo giocarcela alla pari contro squadre che ora sono superiori“.

 

OLTRE A “SPALLETTI SU EURO 2024…“, LEGGI, ANCHE, AD ESEMPIO:
  1. Verona-Inter, Baroni: “Fare bella figura, le difficoltà non ci hanno spaventato”
  2. Verona, Setti: “Senza rivoluzione nessuna salvezza, viviamo di plusvalenze”
  3. Ranieri: “Cagliari, chiuso un cerchio, forse una Nazionale in futuro. Atalanta meravigliosa”
  4. Finale Europa League, Atalanta batte Leverkusen: Lookman eroe della notte
  5. Salvezza Verona, capolavoro Baroni dopo Ranieri: Suslov-Folorunsho per l’aritmetica contro la Salernitana
  6. Premier League, Man City ancora campione: è il quarto di fila. Tutti i verdetti
  7. Salvezza Cagliari, Giulini: “Primo pensiero a Gigi, grazie Ranieri e tifosi”
  8. Sassuolo-Cagliari 0-2, è salvezza: Prati sblocca e Lapadula chiude affondando i neroverdi
  9. Sassuolo-Cagliari, Ranieri: “Rendere orgogliosi i tifosi, in tanti al Mapei un vantaggio. La non contemporaneità…”
  10. Inter, Inzaghi premiato a Piacenza: “Migliorarsi non sarà semplice, società forte”
  11. D’Aversa: “Lecce, chiedo ancora scusa, grazie Gotti. Felice per la meritata salvezza”
  12. Liga, Real Madrid campione 2023/24: ottenuta l’aritmetica, testa alla Champions
  13. Inter, Bastoni: “Sento di ripagare questo affetto, ancora fame. Inzaghi, Sommer, Thuram…”
  14. Parma promosso in Serie A: Pecchia può festeggiare
  15. Marotta: “Evoluzione, non rivoluzione e nessuna ansia da scadenze”
  16. Aston Villa-Emery allineati e ancora insieme: niente Milan
  17. Bundesliga, Bayer Leverkusen campione: rotta l’egemonia Bayern
  18. Spareggi Euro 2024, ecco le ultime partecipanti: Georgia, Polonia e Ucraina
  19. Barcellona, Xavi: “Lavoro non apprezzato nel quotidiano”. Al successore: “Divertiti, impossibile”
  20. Panchina d’oro, Spalletti: “Evoluzione continua, spero possano vincerla anche tanti altri bravi”
  21. Morte Gigi Riva: lutto per la Sardegna e per il calcio italiano
  22. Cagliari, Luvumbo dev’essere una risorsa e non  una soluzione
  23. Nizza, Farioli si racconta ad Euro Show
Articolo precedenteBologna, Orsolini: “Decisiva la costanza, penso di poter aiutare la Nazionale”
Articolo successivoVerona, Sogliano: “Ritorno grande soddisfazione, uniti nelle difficoltà. Baroni, Ngonge, il mercato belga e olandese…”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui