Matias Soulè, attaccante del Frosinone e grande protagonista in quest’avvio, ha ricevuto le attenzioni della Nazionale italiana

Cinque reti nelle ultime cinque partite e il miglior rendimento di un calciatore non europeo nei top cinque campionati internazionali. Matias Soulè, attaccante di proprietà della Juventus passato in prestito al Frosinone, rappresenta sicuramente una delle note più liete di quest’inizio stagione. Il giovane classe 2003 ha incantato anche nella rocambolesca partita di Cagliari dell’anticipo domenicale realizzando la doppietta che ha illuso la squadra di Di Francesco, sconfitta poi 4-3 nei folli minuti di recupero.

Dal punto di vista personale, tuttavia, la stella dell’attaccante comincia davvero a brillare di luce propria causa continuità di prestazioni e fiducia riposta nel ventenne dall’ex tecnico giallorosso, da sempre esperto in materia di giovani pronti al grande salto. Le giocate da vero predestinato messe in mostra dal talento dei ciociari non sono passate inosservate agli di Luciano Spalletti, tecnico della Nazionale italiana che sta attuando un vero pressing per dissuadere Soulè ad attendere una convocazione della selezione argentina.

Il Commissario Tecnico, nella giornata di sabato, ha fatto visita nel ritiro del Frosinone proprio per intraprendere i primi colloqui con il classe 2003, le cui origini da parte di madre sono italiane. Al momento, le intenzioni di Soulè sarebbero quelle di attendere una chiamata dal C.T. Scaloni ma, la sensazione è che, Luciano Spalletti, continuerà nella propria opera di pressing per convincere il talento a sposare il nuovo progetto tecnico degli azzurri.

Oltre all’articolo: “Soulè in Nazionale, Spalletti in pressing sul talento del Frosinone”, leggi anche:

  1. Inter: Tiago Djalo, dall’operazione Leao al nerazzurro nel 2024
  2. Newcastle, ecco il sostituto di Tonali
  3. Scommesse, Tonali patteggia: ecco la durata della squalifica
  4. Vicario racconta la Premier League
  5. Bryan Zaragoza, il talento del Granada che fa impazzire la Spagna
  6. Il Nizza non sa perdere: zero sconfitte in nove partite!
Articolo precedenteBas Dost, attimi di terrore in AZ-Nec: malore durante il match
Articolo successivoAjax, van’t Schip nuovo allenatore

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui