SIVIGLIA OCAMPOS – Intervistato dall’importante quotidiano argentino “Olè“, Lucas Ocampos parla di questa sua importante stagione al Siviglia, ripercorrendo altresì alcuni momenti della sua carriera.

Così l’ala ex Genoa e Milan: “Da quando sono diventato un calciatore professionista questa è senz’altro la migliore stagione in assoluto. Non mi sono mai sentito così bene come qui a Siviglia: in un solo anno ho vissuto tante cose belle. Gli obiettivi che mi pongo? Intanto voglio qualificarmi in Champions con il Siviglia. Poi sogno di giocare una partita ufficiale con l’albiceleste: fui convocato a marzo ma poi la partita fu rinviata a causa del coronavirus. E infine, come ogni calciatore sogno di giocare un mondiale“.

SIVIGLIA OCAMPOS – Prosegue: “Ronaldo? Sono sempre stato un suo fan sin da quando ero piccolo. Mi alzavo la mattina presto per vedere le sue partite, quando giocava al Manchester United con Carlitos Tevez. L’ho sempre ammirato: è una macchina che si migliora anno dopo anno. Impressionante. Devo dire che mi ispiro a lui: il mio gioco si basa su sprint e potenza fisica, ma lui è anni luce avanti a me… 

[df-subtitle]SIVIGLIA OCAMPOS[/df-subtitle]

Messi? Quando l’ho conosciuto in nazionale ero scioccato: ti fa sentire veramente un elemento importante della squadra. Poi, quando ha la palla al piede basta che tu faccia il movimento giusto e il pallone ti arriva dritto sui piedi. Messi vede cose che gli altri non vedono. Un fuoriclasse“.

Infine su Balotelli, suo compagno di squadra al Marsiglia: “La gente pensa che Mario sia un matto, ma è un matto buono. Nello spogliatoio è un elemento fondamentale, perché fa ridere e mette di buon umore. L’anno scorso ci ha fatto morire dalle risate: che personaggio…“.

Articolo precedenteNapoli Under Milik, il bomber polacco la possibile chiave per l’ala
Articolo successivoMilan Suso Siviglia, scatta l’obbligo di riscatto per gli andalusi

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui