Simona Sodini attaccante del Torino calcio femminile ha rilasciato in esclusiva per EuropaCalcio una bellissima intervista:

Ciao Simona innanzitutto grazie della disponibilità, iniziamo subito con una semplice domanda, chi è Simona Sodini?

Simona Sodini è una semplicissima ragazza, donna, calciatrice ma soprattutto mamma. Fin dalla tenera età di 4 anni ho giocato a calcio nelle vie di un piccolo quartiere di Sassari che si chiama Latte Dolce. La storia continua con la squadra sia maschile e poi con la squadra femminile della woman Sassari. All’età di 14 anni invece c’è l’esordio in serie A femminile e l’esordio con la Nazionale Italiana under 18. Fin dalla nascita ho amato il calcio, mi ha fatto capire i veri valori della vita in primis la famiglia, mi ha permesso di crescere e di realizzare il sogno di fare una passione un lavoro. Ho una famiglia bellissima, un marito e tra poco diventerò mamma per la seconda volta. Sono testarda, ho un bel caratterino ma allo stesso tempo sono schietta e sincera, sono me stessa in qualsiasi situazione. Molte volte questo aspetto può svantaggiarti, ma io preferisco essere me stessa, sempre.

La carriera di Simona ha subito preso una piega importante, al Milan hai vinto Scudetto e Supercoppa Italiana.

Si, è corretto. All’età di 16 anni ho vinto questi trofei con il Milan e da allora ho girato l’Italia giocando in diverse squadre. Amo le sfide e sfidare me stessa.

Parliamo del Torino, otto anni non consecutivi siglando ben 105 gol, come reputi l’esperienza granata?

Il Toro è la mia seconda casa, la squadra dove ho giocato di più. Torino ormai è la mia città dove vivo e gioco. Esatto con la maglia granata ho segnato più di 100 gol in serie A. Sono ritornata anche per cercare di dare il mio contributo a far tornare il Torino nella massima serie.

S

Sodini e la Nazionale, ci racconti questa esperienza?

La Nazionale è l’apice del successo di ogni calciatrice, il sogno da avverare. Un’esperienza quasi magica, il massimo indossare la maglia azzurra, emozionante, imparagonabile. Sai di rappresentare una Nazione intera, giochi anche per chi non riesce a coronare questo sogno.

Il calcio femminile sta aumentando a dismisura la sua visibilità, Il titolo della massima serie se lo contendono Juve,Milan e Fiorentina, ci dai un tuo pronostico e parere su questa corsa al titolo?

Milan, Juve e Fiorentina sono attualmente le squadre più organizzate del campionato. La Juventus ha le carte in regola per vincere questo campionato, atleticamente è superiore a tutte. Ha quel qualcosa in più che ti permette di fare la differenza anche quando subentra la stanchezza e le pressioni dall’esterno.

Qualche domanda anche sul campionato di Serie A maschile. Un tuo parere su Juventus e Napoli, senza tralasciare il Torino di Mazzarri.

L’arrivo di Cristiano Ronaldo è stato da completamento per la Juventus, ecco perchè sono certa vincerà ancora lo scudetto. Il Napoli ha un grande allenatore ma c’è ancora qualcosa da migliorare per fare il salto di qualità. Il Torino di Mazzarri esprime un bel gioco e quest’anno con una rosa migliore degli altri anni non potrà solo che fare meglio.

Un momento di gioia che ci hai accennato in precedenza, diventerai mamma per la seconda volta. Dal tuo profilo instagram però si capisce che non vuoi assolutamente abbandonare il calcio, giusto?

A giugno diventerò mamma per la seconda volta, sono felicissima ed è la gioia più grande che mi potesse capitare, per una donna è il completamento assoluto. Cercherò di ritornare subito in forma per essere presente alla prossima preparazione del Torino. Ma facciamo un passo alla volta.

La mia domanda ormai di routine a tutti i miei gentili ospiti, il futuro di Simona Sodini quale sarà?

Il mio futuro consisterà per ora a giocare ancora un altro anno nel Torino e poi penserò al resto. Cercherò di restare nell’ambito calcistico anche sotto altre vesti, sicuramente non quelli di allenatrice.

 

Grazie a Simona Sodini per questa bella intervista, ci risentiremo presto.

RIPRODUZIONE RISERVATA – La riproduzione dell’articolo e dei media presenti è consentita previa citazione della fonte e dell’autore

 

Articolo precedenteLiga: Messi stratosferico al Camp Nou, 4-0 dell’Atletico all’Alaves
Articolo successivoDall’Inghilterra: il PSG pensa a De Gea

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui