spot_img
HomeSerieANapoliSgambati: "Sarò in Curva A per Napoli-Milan, De Laurentiis non ha voluto...

Sgambati: “Sarò in Curva A per Napoli-Milan, De Laurentiis non ha voluto firmare la convenzione”

-

[df-subtitle]Sgambati: la convenzione che c’era è scaduta e non è mai stata rispettata. Gliene abbiamo proposta un’altra, dove avrebbe pagato un decimo rispetto alle altre, ma l’ha rifiutata. ADL è abituato ad eludere le normative amministrative del Comune di Napoli[/df-subtitle]

Carmine Sgambati, presidente della commissione sport del Comune di Napoli,  è intervenuto a Radio CRC, nel corso di Si Gonfia La Rete, rilasciando alcune dichiarazioni in merito alle recenti polemiche tra De Laurentiis, presidente del Napoli e De Magistris, sindaco di Napoli.

Queste le sue parole:

“Stasera sarò in Curva A insieme ai tanti amici che amano Napoli e il Napoli. Ci sarà anche il nostro assessore allo sport, Ciro Borriello. Io sono stato invitato in Curva A, ho comprato i biglietti e ho invitato a mia volta qualche amico. Quelle che De Laurentiis chiama ‘frange oscure’ del tifo, sono persone perbene, appassionati di questo sport e di questa squadra. Napoli ha una delle tifoserie più garbate di Italia e i fatti di cronaca lo attestano.

Il presidente deve fare il presidente, come il Sindaco sta facendo il Sindaco, senza strumentalizzare nulla. Da De Laurentiis mi sarei aspettato un po’ di rigore istituzionale in più. Chi fa marketing ed usa le strutture per motivi di intrattenimento, accede attraverso determinate condizioni. Noi abbiamo i nostri compiti e De Laurentiis i suoi doveri.

L’accordo con il Napoli si troverebbe se venissero rispettati i canoni istituzionali ed economici che solitamente tutte le società di Serie A rispettano. Milan e Inter pagano rispettivamente 7 milioni all’anno al Comune di Milano per tutto ciò che concerne l’organizzazione dell’evento sportivo. De Laurentiis non ha voluto firmare la convenzione, quella che c’era è scaduta e non è mai stata rispettata –prosegue Sgambati come riporta NapoliMagazine – Gliene abbiamo proposta un’altra, dove avrebbe pagato un decimo rispetto alle altre, ma l’ha rifiutata. ADL è abituato ad eludere le normative amministrative del Comune di Napoli.

De Laurentiis è convinto che lo stadio sia solamente suo, quando in realtà è della città e della gente di Napoli. Abbiamo trovato tante soluzioni per riammodernare l’impianto, ma ogni passaggio deve essere valutato da una commissione parlamentare. C’è un iter da rispettare, mentre ADL ama parlare a vanvera. Sono a disposizione del pubblico e dei media per far conoscere a tutti la verità. Sono sicuro che il Napoli presto verrà incontro alle richieste del Comune, corrispondendo il 10% dell’incasso della partita col Milan. C’è una legge, una delibera che sancisce tutto ciò. Se non verranno rispettati questi canoni, saremo costretti a ricorrere alle vie legali. Noi siamo disponibili e pronti a chiudere la faccenda il prima possibile, anche stasera”. Conclude Sgambati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

- Advertisment -

Must Read

Mercato Inter Maggiore, Marotta studia un colpo stile Barella

0
MERCATO INTER MAGGIORE - Questa sera è in programma la sfida tra Inter e Spezia. I nerazzurri vogliono continuare questo trend positivo, mentre i...