SERVETTE-ROMA MOURINHO – 

Netto Josè Mourinho al termine del pareggio della Roma sul campo del Servette: il mister portoghese non drammatizza il secondo posto nel girone di Europa League, guardando anche i lati positivi ma non apprezza l’atteggiamento dei suoi. Le dichiarazioni ai microfoni Sky Sport:

E’ stato importante l’inizio del secondo tempo e succede spesso, peccato non ci sia una telecamera all’intervallo perché io martello sempre, una squadra sotto nel primo tempo che attacca verso la i suoi tifosi, in casa e noi siamo superficiali nell’interpretare questi momenti della partita. Ci sono giocatori che hanno perso un’altra opportunità, sembra che la gente in panchina non sia abituata e poi quando entra ha un atteggiamento e non riesce a migliorare la squadra. Non è un dramma il playoff, è difficile ma affrontare una squadra che viene dalla Champions, un altro Olimpico esaurito e non voglio fare un secondo posto un dramma, è più drammatico l’atteggiamento che si ripete soprattutto nei secondi tempi quando in vantaggio“.

Mourinho aggiunge: “Ho giocato 150 partite di Champions, la mia motivazione è altissima; sembra ci sia gente che non abbia grande storia in Europa e gioca queste partite in modo superficiale. Cristante? C’è solo uno, un grande esempio per gli altri; Paredes ha fatto una partita molto seria, un campione del Mondo. Pagheranno? Può farlo Guardiola, entra un altro, qui posso martellare. Gruppo fantastico, gente buona, seria, che vuole fare bene ma è un pò il Dna, la zona comfort“.

 

OLTRE A “SERVETTE-ROMA, MOURINHO…”, LEGGI ANCHE, AD ESEMPIO:

  1. Verona, Sogliano: “Uniti, ritrovare carattere e ciò che è scattato l’anno scorso”
  2. Napoli, Di Lorenzo: “Mazzarri si è presentato benissimo, speriamo di continuare”
  3. Nizza, Farioli si racconta ad Euro Show
  4. Brescia-Maran, guarda chi si rivede: il mister trentino ritrova la panchina
  5. Cagliari-Frosinone 4-3, Ranieri: “Cuore immenso”. Di Francesco: “Inspiegabile”
  6. Inghilterra-Italia, Spalletti nel post: “Risposte e ricerche corrette ma…”
  7. Bologna, Zirkzee conquista i rossoblù ma ora lasciamo stare Arnautovic
  8. Serie A, Hernanes: “L’inter la più forte, Juventus e Lazio…”
  9. Inghilterra-Italia, Spalletti: “Un sogno, capiamo la nostra personalità in quello stadio”
  10. Milan-Verona apre il sabato della 5a di Serie A: timbra Leao
  11. Milan-Newcastle, battaglia al Meazza: è 0-0
  12. Cagliari, Petagna: “Contento e a disposizione, mister Ranieri…”
  13. Italia, Spalletti: “Felicità, sogno che parte da lontano. Napoli…”
  14. Gironi Europa League 2023/24, ecco tutti i gruppi
  15. Fiorentina, Italiano: “Nuovo centro fantastico, il mercato…”
  16. Monza, Galliani e il mercato: “Troppi tesserati. Berlusconi? Manca”
  17. Verona, Baroni ritrova l’Hellas e si presenta: “Corsa, dinamicità, idee”
  18. Arsenal, Saka prolunga: “Posto giusto, tutto per esprimere il potenziale”
  19. Nuovo stadio Cagliari, ufficiale: sarà “Gigi Riva”
  20. Cagliari, Ranieri: “Tutti mi aspettavano, abbandonato l’egoismo e paura di rovinare”
  21. Atalanta, Percassi: “Continuiamo ad investire su stadio, squadra e giovani”

 

Articolo precedenteAnsu Fati, il ginocchio è ancora un tormento: lungo stop in vista
Articolo successivoBenatia, nuova avventura al Marsiglia: ecco in quale veste

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui